Sostituzione pavimenti: detrazione del 50% o del 65%?

Anche per la sostituzione delle pavimentazioni, in specifiche condizioni, è possibile usufruire di detrazioni fiscali.
L'Agenzia delle Entrate chiarisce in modo preciso, attraverso le pagine del quotidiano specializzato FiscoOggi, quali sono le casistiche in cui si può benificiare di un bonus pari al 50% o pari al 65% per la sistemazione o rifacimento dei pavimenti.


Per avvalersi dell'Ecobonus (65%) viene richiesto dal Mise l'osservanza di precisi requisiti di trasmittanza termica e viene applicata solo per immobili già esistenti. Questa agevolazione riguarda ad esempio le strutture opache orizzontali (coperture e pavimenti) e i pavimenti contro terra.
Invece la detrazione del 50% riguarda la sostituzione dei pavimenti negli interventi di manutenzione ordinaria di parti comuni di edifici condominiali. 

Per immobili privati il bonus viene riconosciuto solo se i lavori di rifacimento delle pavimentazioni sono necessari e collegati a interventi di manutenzione straordiinaria come lo smantellamento dei tramezzi o la sotituzione dei servizi igienici.
Attenzione! Cambiare i pavimenti per il semplice gusto estetico non garantisce alcun vantaggio economico.

Photo Credits: Google Imagine

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione