Post

Visualizzazione dei post da 2021

Tendenze: cucina a scomparsa per ambienti open

Immagine
Sempre più spesso, all'interno delle nostre case, troviamo zone giorno open space che uniscono l'ambiente della cucina a quello del living. Tuttavia, avere i fornelli in vista per qualcuno potrebbe essere un problema: come risolvere quindi?  Esistono diverse soluzioni creative e di design. La classica cucina a scomparsa prevede ante con apertura verso l'esterno, ma la tecnologia e il design hanno fatto enormi passi in avanti. Le cucine a scomparsa moderne infatti prevedono l'utilizzo di pannelli scorrevoli che scompaiono dentro ad apposite nicchie: in questo modo non vanno ad occupare prezioso spazio e addirittura è possibile sfruttare anche gli angoli. Tante volte non è necessario che tutta la cucina sia a scomparsa, ma solo alcuni dei suoi elementi, magari proprio quelli che vengono utilizzati meno.  Una bella soluzione per occupare meno spazio, sono i piani estraibili e i tavoli a scomparsa: quando non vengono utilizzati possono essere riposti sotto un altro top o al

Costruzione del pergolato: serve il permesso?

Immagine
Edil portale riporta la sentenza del Tar del Lazio n. 5634/2021 in merito a una struttura realizzata su un terrazzo in centro storico.  Nello specifico la sentenza dichiara che un pergolato posto su un terrazzo in centro storico non necessita del permesso di costruire, questo perché in quel caso tale pergolato costituisce un arredo del terrazzo. Di conseguenza non può essere assoggettato all'ordine di demolizione. Il Tar del Lazio sottolinea inoltre che la giurisprudenza prevalente considera il pergolato una struttura atta ad adornare e ombreggiare terrazzi e giardini, costituita da un'impalcatura formata da montanti verticali e elementi orizzontali che li connetto a un'altezza adatta al passaggio delle persone.  Occorre inoltre considerare che il pergolato è una struttura aperta su tre lati e nella parte superiore, quindi, qualora non venga dotato di una copertura o di tamponature che la possano identificare come tettoia, non necessita del permesso di costruire.    Photo C

Circolare FIMAA: le novità del Decreto Sostegni Bis

Immagine
Misure in favore dell’acquisto della prima casa e contrasto al disagio giovanile E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale - Serie Generale - n. 123 del 25 maggio 2021 il decreto- legge 25 maggio 2021, n. 73 “Misure urgenti connesse all’emergenza da COVID -19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali”. In particolare, all’ articolo 64 , sono previste, al verificarsi di determinate condizioni, misure temporali per l’acquisto della casa di abitazione, mediante la concessione di mutui garantiti dallo Stato fino all’80% del loro ammontare e agevolazioni in materia di imposte indirette, da parte di acquirenti che non hanno ancora compiuto 36 anni di età nell’anno in cui l’atto è stipulato. 1. Il mutuo “prima casa” destinato ai giovani: come ottenere le agevolazioni e chi può accedervi   Il d.l. 73/2021 (di seguito “decreto”) prevede che le misure di cui all’articolo 54, comma 1, del decreto legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito,

Chiarimenti sui limiti di spesa del Superbonus 110%

Immagine
Il Superbonus al 110% introdotto dal Decreto Rilancio, riguardante alcuni interventi di riduzione del rischio sismico e di riqualificazione energetica, ha precisi limiti di spesa.  Spesso succede che nel medesimo immobile vengono eseguiti più interventi contemporaneamente che possono beneficiare della detrazione: in questo caso quali sono i limiti di spesa? L'Agenzia delle Entrate ha precisato che il limite massimo detraibile è composto dalla somma degli importi previsti per ogni intervento realizzato; viene fornito anche un esempio: se sulla stessa unità immobiliare funzionalmente indipendente viene eseguito l'isolamento termico delle superfici opache (limite di 50.000€) oltre che la sostituzione dell'impianto di climatizzazione invernale esistente (limite di 30.000€), si potrà usufruire di una detrazione calcolata su un ammontare complessive delle spese non oltre gli 80.000€. Va sottolineato che gli interventi che rientrano nel Superbonus possono essere divisi in due dive

Cessione del credito dei Bonus esente IVA

Immagine
Come ben sappiamo per Ecobonus, Sismabonus e Superbonus 110% è possibile cedere il credito di imposta: la cessione viene effettuata dalla società cedente al cessionario dietro corrispettivo, quindi ha finalità e natura finanziaria, per questo motivo rientra nelle operazioni esente IVA, come previsto dall'art. 10, comma 1, n. 1, del Dpr n. 633/1972.  Per quanto riguarda il Registro, l'Agenzia delle Entrate chiarisce che la cessione dei crediti di imposta viene esclusa dall'obbligo di registrazione. Scopriamo nello specifico il quesito rivolto da un contribuente all'Agenzia.  Una società che si occupa di attività di consulenza imprenditoriale e amministrativo-gestionale agli operatori del settore dei serramenti esterni vorrebbe procedere all'acquisto e poi alla cessione a terzi dei crediti di imposta per le ristrutturazioni. Ha chiesto quindi all'Agenzia quali sono gli adempimenti fiscali in fatto di IVA e se le cessioni in oggetto devono scontare l'imposta di

Tendenze: in America spopola lo sharing delle piscine private

Immagine
La nuova tendenza made in USA si chiama Swimply ed è l'Airbnb delle piscine private: un portale che non affitta case o stanze, bensì vere e proprie piscine. La piattaforma nasce da una start-up americana ed è disponibile in diversi paesi e stati, come la Florida, la California e il New Mexico, ma anche l'Australia e il Canada. Il servizio funziona come quello di Airbnb: i proprietari si registrano sul sito e mettono a disposizione la loro piscina, specificando prezzi e orari e inserendo descrizione e foto. A questo punto i clienti possono effettuare la ricerca in base alle loro esigenze. La tendenza è quella di affittare la piscina in gruppo, ma è vietato organizzare party, inoltre è obbligatorio essere maggiorenni per poter prenotare.    Generalmente i prezzi oscillano dai 20 ai 200 dollari all'ora, i quali variano in base a differenti fattori: dalla location in cui è ubicata la casa alla bellezza della piscina, fino a diversi optional presenti, come scivoli d'acqua,

Assemblee condominiali in remoto: cosa dicono le associazioni?

Immagine
Il Sole 24 Ore ha svolto un'inchiesta in merito alle assemblee condominiali in remoto, raccogliendo le opinioni delle associazioni degli amministratori di condominio.  Dalla ricerca svolta, emerge che in merito alla fattibilità delle assemblee condominiali in modalità telematica, la maggior parte delle associazioni si sono pronunciate positivamente, ma emerge anche la necessità di una normativa più chiara e completa che possa garantire una certezza dei risultati delle assemblee svolte da remoto.  Per quanto riguarda l'impegno che l'associazione fornisce agli iscritti per l'organizzazione delle assemblee in modalità telematica, quasi tutte le associazioni si dichiarano soddisfatte. Emergono invece pareri differenti in merito allo svolgimento delle assemblee da remoto sul totale delle assemblee, infatti, considerando le associazioni più rappresentative, la maggioranza è orientata sul 30/40%. Le associazioni, con i loro presidenti, che hanno partecipato all'inchiesta

La vendita dei poderi: tra problemi e soluzioni

Immagine
Sarà forse perchè sono nata in campagna, figlia e nipote di agricoltori e viticoltori, che le proprietà contadine mi hanno sempre affascinata. Dal lontano 2003, quando ho iniziato questo lavoro, ho seguito diverse vendite di poderi e vi posso assicurare che ciascuna vendita ha avuto le sue problematiche (sanatorie, servitù, diritti di passaggio, prelazioni etc..). Fino a qui vi sembra semplice? Non direi… considerate che non sempre si trovano i numeri di telefono sull'elenco telefonico e spesso si è nella situazione di dover contattare più persone per arrivare al proprietario. Non tutti abitano nelle vicinanze, ma nessun confinante può essere tralasciato. Non è facile vendere questo tipo di immobili, le leggi da conoscere sono tante ed è solo grazie all'esperienza che ho accumulato in questi anni che affronto ogni difficoltà con la consapevolezza di poterla risolvere. Le compravendite che riguardano terreni agricoli, rispetto ad una normale compravendita, sono soggette al “diri

Proroga fino al 2023 per alcuni casi di Superbonus 110%

Immagine
Il Superbonus al 110% è stato prorogato fino al 2022, mentre in alcuni casi fino al 2023.  La misura è stata introdotta dal Decreto Legge n.59, il quale è entrato in vigore dall'8 maggio.  Il Decreto prevede alcune modifiche importanti, tra le quali una tempistica ridotta per poter accedere all'agevolazione e il termine ultimo per accedere alla detrazione fiscale variabile, in base al soggetto che richiede all'agevolazione.  Il termine ultimo per accedere al Superbonus è, in linea di massima, fissato al 31 dicembre 2022. Inoltre, qualora entro il 30 giugno 2022 (termine ultimo fissato in precedenza) sarà completato il 60% degli interventi previsti, sarà possibile ottenere il Superbonus anche per le spese che verranno sostenute fino a dicembre 2022.  Per i lavori che vengono effettuati nei condomini, possono rientrare nell'agevolazione tutte le spese che vengono sostenute entro il 31 dicembre 2022, senza alcun vincolo rispetto allo stato di avanzamento lavori. Per quanto

Quanto è importante il tecnico per la vendita della tua casa?

Immagine
Vorrei fare subito una precisazione: sono un’agente immobiliare, pertanto non posso certificare   se l’immobile oggetto di compravendita è conforme dal punto di vista catastale, urbanistico ed edilizio… solo un geometra, un architetto o un tecnico specializzato in materia può asserire che   tutto è in regola.   Oggi è obbligatorio eseguire il controllo sulla regolarità tecnica di un immobile, quindi il consiglio è quello di affidarsi  fin da subito  a un serio professionista abilitato, iscritto all’Albo. Il motivo è semplice: sapere se il tuo immobile è conforme potrebbe evitarti non pochi problemi.   Purtroppo   il venditore non sempre è disponibile a procurare la certificazione sulla conformità urbanistica prima di un preliminare di vendita, ma spesso quella che è una scelta volta al risparmio, si può rivelare in realtà molto dispendiosa. Nella mia esperienza   da agente immobiliare, ho potuto constatare che le sorprese purtroppo sono sempre dietro l’angolo; quando pensi che il tuo i