Case a impatto zero: materiali e nuove tecnologie per la realizzazione

Negli ultimi dieci anni si sta investendo molto, soprattutto nel settore dell'edilizia, per limitare il più possibile l'impatto con l'ambiente. L'obbiettivo è quello di progettare e realizzare case/edifici a richiesta energetica nulla (progettazione in classe A), sostituendo le fonti di energia non rinnovabili con forme rinnovabili quali fotovoltaico, eolico, solare termico.
I vantaggi di realizzare immobili efficienti dal punto di vista energetico comporta vantaggi non solo dal punto di vista ambientale ma anche economico, in quanto vengono ottimizzate le prestazione di tutti gli impianti abbassando di conseguenza i costi di gestione.


Per la realizzazioni di edifici con elevate prestazioni energetiche, in primis è importante valutare le caratteristiche geomorfologiche del sito di costruzione per sfruttarne a pieno le potenzialità.
Quali sono le nuove tecniche di costruzione a cui si ricorre?
Grazie agli studi sui nuovi materiali e allo sviluppo delle tecnologie costruttive sono diversi e numerosi i  modi con cui si può intervenire.
Ad esempio oggi vengono realizzati cappotti termici che garantiscono un migliore isolamento dell'ambiente interno e intervengo sui ponti termici prevenendo così nelle zone di giuntura la formazione di muffe.
Per limitare al meglio la dispersione di calore verso l'esterno si ricorre a serramenti di ultima tecnologia con vetro camere a doppio/triplo vetro  riempite da un gas come l'argon che garantisce un perfetto isolamento.
Le vecchie caldaie sono sostituite da pannelli fotovoltaici che producono energia sufficiente ad alimentari impianti di riscaldamento a pavimento che permettono una distribuzione più omogenea del calore offrendo un comfort ambientale maggiore.

Per evitare di avere drastici cambiamenti di temperatura all'interno si installano degli impianti di ventilazione meccanizzata che tolgono l'umidità dagli ambienti introducendo aria fresca e pulita.


Photo Credits: Google Imagine



Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione