Andare in vacanza senza spendere: come funziona lo scambio casa

Ci sono novità nel mondo "travel", per venire incontro a chi ha un budget ridotto per viaggiare: lo scambio casa, ovvero una vacanza in un posto nuovo praticamente a costo zero. Sta crescendo in tutto il mondo la domanda per questo tipo di villeggiatura, che abbatte i costi dell’alloggio permettendo di raggiungere qualsiasi destinazione.

Questo "fenomeno" sta crescendo anche in Italia, grazie al semplice passa parola o ai numerosi siti web dedicati, dove è stato scoperto in ritardo rispetto ad altre parti del globo.

Ma che cos'è lo scambio di casa?

E’ un modo diverso e divertente di fare vacanza: due persone decidono di scambiarsi la casa, dal periodo lungo al breve weekend, risparmiando così il costo dell’alloggio: tutto ciò può riguardare la residenza abituale o anche una seconda casa.

Non è necessario avere una casa da sogno: anche una normalissima abitazione di città o di campagna è interessante per molti stranieri che desiderano visitare il nostro Paese, per esempio. Non è importante la localizzazione dell’immobile o la sua grandezza: ciò che conta è che vada bene al partner dello scambio. Scambiare casa significa inoltre raggiungere destinazioni a cui non avreste mai pensato.

Gli operatori che operano sui portali di scambio casa affermano che anche chi abita in un immobile in affitto  può scambiare la propria casa, in quanto nessun contratto d'affitto vieta di ospitare amici. Il sistema di cui stiamo parlando infatti, non prevede scambi di denaro ed è quindi equiparabile all'ospitalità. 
Come ci si iscrive e come funziona lo scambio casa

Per iniziare a scambiare la propria casa, occorre registrarsi ai portali dedicati, come ad esempio: www.homelink.itwww.scambiocasa.com, oppure www.intervac.it, di seguito si compila la propria scheda e quella relativa alla propria abitazione, completa di descrizione e foto. Infine, si deve specificare le mete nelle quali si è interessati a viaggiare, e a seguito delle quali si riceveranno offerte da altri proprietari. 

Si possono anche utilizzare i filtri per cercare persone che siano interessate a scambiare la propria casa con una abitazione nella zona dove si sta abitando. Tutto questo è a costo zero. Lo scambio è assolutamente gratuito ed è garantito dalla firma di un modulo di accordo scambio online con il proprietario al momento della conferma.

L’iscrizione al sito ha un costo esiguo che varia a seconda del tempo in cui vorrete rimanere iscritti. Gli scambi possono essere simultanei o meno e si può decidere di scambiare anche l’auto, oppure di offrirsi per badare alla casa in assenza dei proprietari. Basta specificarlo nella scheda di profilo.
Scambi sicuri

Come ogni nuova opportunità offerta dal web, sorge un dubbio: con chi scambierò la mia casa veramente? Posso fidarmi? I responsabili di queste organizzazioni hanno risposto anche a queste domande, affermando che lo scambio casa avviene tra persone responsabili, ben educate e interessate ad allargare i loro orizzonti. 

Si tratta di famiglie, single, insegnanti o liberi professionisti. Inoltre, per chi lo desidera, è possibile mettersi in contatto con alcuni soci per poter chiarire i dubbi legati allo scambio di casa. Gli organizzatori affermano quindi che non è capitato di incorrere in brutte sorprese, e se qualcuno mente nel dichiarare la presenza di ambienti che in realtà non sono presenti nell'immobile, la casa viene tolta immediatamente dall’elenco dei possibili scambi, quindi non conviene mentire.

Ovviamente non ci sono garanzie, ma si compila un accordo di scambio prima di ogni viaggio e si invia la valutazione al rientro. Tutto viene tenuto sotto controllo. In caso di reclamo si avverte la famiglia contestata di prestare più attenzione: quasi sempre si tratta di reclami sulla pulizia. Due reclami producono la cancellazione dell'iscritto. 




Photo credits: Pixabay.com & Google Images


Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione