Disdetta canone Rai 2019: come procedere?

Il 2018 sta lentamente giungendo al suo termine e per non ritrovarsi ad inizio 2019 a pensare alle spese che competeranno all'anno nuovo, occorre pensare al canone Rai 2019: oggi vedremo come disdirlo in anticipo ed esser così esonerati dal pagamento del canone. 

Il pagamento del canone infatti, è obbligatorio per tutti coloro che possiedono  almeno un apparecchio televisivo, va pagato una volta l'anno e tutti i familiari devono avere la residenza nella stessa abitazione. Per "famiglia anagrafica" si intende un gruppo di persone legate da legami quali matrimonio, unione civile, parentela, affinità, adozione e che abitano appunto nello stesso comune. 

L'importo del canone del 2019 sarà di € 90 e come nel 2018, sarà imputato nella bolletta dell'utenza elettrica e sarà quindi o 9 € mensili, oppure 18 € a bimestre.

Vi è poi il caso di coloro che non sono intestatari di energia elettrica e devono pagare il canone Rai; essi devono effettuare il versamento in un'unica soluzione entro il 31 gennaio 2019, attraverso il modello F24 e completandolo col relativo codice tributario. Per quanto riguarda i possessori di apparecchi radio e tv nei locali nel proprio locale, essi pagheranno il canone speciale. 

Il canone, come già detto, rimarrà fisso a 90 euro come nel 2018 e come previsto dalla legge di Bilancio, ma non essendo questa ancora pronta, si sta aspettando la conferma ufficiale. 

Ma come procedere per disdire il canone Rai per il 2019?

Innanzitutto, vediamo i casi in cui un cittadino è escluso dal canone e può quindi disdirlo, inviando una disdetta apposita. Questa disdetta inoltre, può esser inviata in due modalità: entro il 31 gennaio 2019, per non pagare l'intero canone annuo; entro il 30 giugno 2019 per non pagare le mensilità da giungo a dicembre.

Si tratta proprio di una autocertificazione - dichiarazione sostitutiva di atto notorio in forma scritta, in cui il cittadino fornisce fatti, stati e qualità relativi alla propria persona o relativi a soggetti conosciuti, tutto dichiarato sotto sua responsabilità.

Analizziamo i casi in cui il cittadini ha diritto all'esenzione dal canone Rai 2019:

- possiede una seconda casa oppure l'abitazione è stata data in affitto, dunque la disponibilità del televisore riguarda solo gli inquilini in affitto;
- ha almeno 75 anni e il suo reddito non supera € 8.000 (vedremo più avanti questo punto);
- l'utenza elettrica è intestata ad un altro familiare oppure il titolare dell'abbonamento è venuto a mancare;
- non possiede tv per avvenuta cessione o per alienazione dovuta a rottamazione.

Quale modulo occorre utilizzare per disdire il canone Rai 2019?

Il modulo di cui stiamo parlando è il "modulo esenzione canone Rai 2019" : si tratta di una dichiarazione sostituiva per chi ha un'utenza elettrica. Vediamo caso per caso:
  • chi è titolare di un'utenza elettrica ma non possiede televisori, devo compilare il quadro "A" del modulo esenzione canone Rai 2019, in cui si dichiara di non detenere tv;
  • chi è titolare di un'utenza elettrica a scopo domestico residenziale ma non possiede televisori in casa, devo compilare il quadro "A" del modulo esenzione canone Rai 2019, in cui si dichiara di non detenere tv;
  • chi ereda un'immobile in cui un'utenza elettrica è momentaneamente intestata ad un soggetto deceduto e in cui è presente nessun televisore, deve compilare il modulo esenzione canone Rai 2019;
  • chi vuole intestare l'utenza elettrica ad un altro componente della stessa famiglia anagrafica, deve compilare il quadro "B" del modulo esenzione canone Rai 2019;
  • chi vuole comunicare l'acquisto di un televisore avvenuto durante l'anno, avvenuto dopo aver presentato in precedenza il modulo esenzione canone Rai, deve compilare un nuovo modulo;
  • chi deve comunicare la variazione della famiglia anagrafica, deve compilare il modulo esenzione canone Rai 2019.
Come e dove inviare il modulo esenzione canone Rai 2019?

Il modulo dev'esser inviato all'Agenzia delle Entrate ed è possibile scegliere due modalità:

inviare il modulo attraverso l'applicazione web sul sito dell'Agenzia delle Entrate, dove verrà chiesto di inserire le credenziali Fisconline o Entratel;
inviare il modello per posta: occorre inviare un documento di riconoscimento ed il modello compilato attraverso una raccomandata da inviare al seguente indirizzo; Agenzia delle Entrate, ufficio di Torino 1, S.A.T, sportello abbonamenti Tv, casella postale, 22 , Torino, 10121.

La disdetta del canone Rai 2019 per chi ha compito 75 anni

Infine, occorre segnalare la disdetta del canone Rai 2019 per in cittadini che hanno compiuto 75 anni e che hanno un reddito fino a ottomila euro (€ 8.000): essi infatti sono di diritto esentati dal pagamento del canone.  

Questi cittadini devo compilare il modulo scaricabile ed inviarlo tramite raccomandata sempre all'Agenzia delle Entrate, ufficio di Torino 1, come visto in precedenza; o tramite pec firmata digitalmente a cp22.sat@postacertificata.rai.it, oppure consegnarlo ad un qualsiasi ufficio territoriale dell'Agenzia delle Entrate.



Photo credits: Google Images Italia & Pixabay.com






Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione