Qualche idea per organizzare il terrazzo in vista della primavera

È in arrivo la primavera e con essa la bella stagione, nelle nostre case rinascono balconi e terrazzi. Prima di tutto, per non farci cogliere impreparati, dobbiamo fare un po' di pulizia, pulendo pavimentazione, mobili e ringhiere. Non dimentichiamo di pulire anche gli scarichi, i quali potrebbero essersi intasati a causa di detriti e foglie portati dalla stagione invernale. Una volta sistemato l'ambiente possiamo iniziare a scegliere le piante. 

Le tipologie di piante che permettono di decorare al meglio il terrazzo in primavera sono numerose, prime fra tutte i classici gerani, fiori primaverili per eccellenza che non richiedono cure particolari, inoltre sono un rimedio naturale contro le zanzare e altri insetti. Anche le primule e le viole sono tipici fiori primaverili, ottimi per chi non ha ampi spazi esterni. Con l'arrivo della bella stagione possiamo dedicare una zona del nostro terrazzo o balcone alla coltivazione delle piante aromatiche, come il basilico, la salvia, il rosmarino: posizioniamole al sole e avremo sempre a disposizione gli aromi per i nostri cibi.  
Per chi ha molto spazio in terrazzo è ideale una rosa rampicante, robusta anche d'inverno.
Se abbiamo delle piante che sono sopravvissute all'inverno possiamo rinvigorirle con un cambio vaso e un po' di concime, per vederle fiorire nuovamente. 

Quando scegliamo le piante per il nostro balcone o terrazzo, dobbiamo tenere in considerazione anche l'esposizione al sole. Infatti, se è particolarmente soleggiato dovremo scegliere piante che sopportano il caldo inteso, al contrario, se non è molto esposto occorre scegliere piante sempre verdi.

Nel caso volessimo arredare il nostro terrazzo con un gazebo o un pergolato, occorre fare attenzione alle dimensioni, in quanto oltre un certo limite e se infissi al suolo, queste installazioni necessitano dell'autorizzazione paesaggistica. Se invece le installazioni non soddisfano esigenze permanenti vengono considerate interventi di edilizia libera, per le quali non è necessaria l'autorizzazione. 

Una volta che il nostro terrazzo avrà ripreso forma dopo l'inverno, possiamo dedicarci alla pulizia dei vetri delle finestre, in modo da poter godere anche dall'interno della nostra casa dello splendore di fiori e piante che abbiamo scelto. 




Photo Credits: pinterest.it

 
 





Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione