Registrazione contratti online: risparmiare tempo con un solo click

Dal 2001 è attiva la possibilità di registrare online i contratti di locazione sul sito dell'Agenzia delle Entrate. Si tratta di un servizio particolarmente utile che permette di risparmiare tempo, snellendo le procedure e evitando di doversi recare presso gli uffici per la registrazione.

Prima della nascita del portale i contribuenti erano costretti ad eseguire diversi passaggi prima di poter vedere effettivamente registrato il proprio contratto di locazione. Occorreva infatti recarsi presso l'ufficio territoriale per ottenere la modulistica necessaria, andare in banca per effettuare il versamento, recarsi nuovamente all'ufficio territoriale per effettuare la registrazione del contratto ed infine, dopo qualche giorno, tornare a ritirare la copia registrata del contratto. Grazie alla piattaforma è possibile risparmiare tempo, eseguendo la registrazione in un solo passaggio e evitando inutili file agli sportelli.

Sulla piattaforma possono essere caricati tutti i contratti di affitto relativi a beni immobili, compresi quelli stipulati da soggetti in Iva e quelli relativi ai fondi rustici, i quali devono essere obbligatoriamente registrati, indipendentemente dal canone pattuito. Non rientrano sotto questo obbligo, invece, i contratti che hanno durata inferiore ai 30 giorni complessivi nell'anno di riferimento.

Il contratto deve essere registrato entro trenta giorni dalla data di stipula, o dalla sua decorrenza qualora fosse anteriore. Per la registrazione online occorre avere l'accesso a Fisconline/Entratel, applicazione che serve sia per quanto riguarda la registrazione del contratto, che per il versamento delle imposte di registro e di bollo. Il modello che si andrà a compilare è un RLI in versione online, da installare su computer o utilizzabile via web.

La Comodità di RLI web è quella di poter registrare direttamente online, senza bisogno di installare un software. Tramite queste servizio è possibile non solo registrare i contratti di affitto, ma anche esercitare/revocare il regime della cedolare secca e comunicare proroghe, cessioni. Un altro vantaggio è sicuramente quello che le registrazioni e i pagamenti possono essere effettuati direttamente dal contribuente oppure grazie a un intermediario abilitato, come ad esempio le agenzie immobiliari, i Caf, i commercialisti e quant'altro.

Per quanto riguarda i pagamenti è possibile effettuarli in tre differenti modalità:
- addebito da parte del contribuente sul proprio conto
- addebito da parte dell'intermediario sul proprio conto
- addebito da parte dell'intermediario sul conto del contribuente

Photo Credits: Google Images

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione