La Rubrica di Valeria: consigli per la pulizia del forno

La pulizia del forno è un'operazione che spesso non viene eseguita, un po' per dimenticanza e un po' perché occorre avere abbastanza tempo a disposizione. Se usi spesso questo elettrodomestico ti consiglio di pulirlo almeno una volta a settimana, infatti, mantenendo le pareti pulite il calore si diffonderà più facilmente e più velocemente. Questo ti permette di evitare sprechi inutili di energia elettrica. Inoltre, devi considerare il fatto che un forno sporco aumenta la proliferazione dei batteri e i cattivi odori possono agire alterando il sapore dei tuoi cibi. 

In commercio esistono forni autopulenti, i quali raggiungono temperature talmente elevate che i residui degli alimenti vengono carbonizzati e ridotti in cenere. Terminato il ciclo di auto-pulizia occorre rimuovere i residui depositati sul fondo del forno.
Se non possiedi un forno di questo tipo però, dovrai procedere tu stesso con la pulizia. Ecco quindi una lista di consigli utili per rendere l'operazione meno faticosa. 

Prima di tutto devi rimuovere le griglie, sia quelle sulle quali riponi le tue vivande per cucinarle, sia quelle sulle pareti laterali. In questo modo potrai agire senza fatica su tutta la superficie interna del tuo elettrodomestico. 

In commercio esistono numerosi prodotti specifici per la pulizia interna del forno. Se vuoi avvalerti dell'aiuto di uno di questo prodotti, fai attenzione alle indicazioni sull'etichetta dato che dovrai poi inserire i tuoi cibi all'interno dell'elettrodomestico; concentrati sulle zone particolarmente sporche e incrostate, strofinando con un panno umido. Finita questa operazione risciacqua bene e asciuga con cura, lasciando aperto lo sportello, in modo da fare arieggiare l'interno e per eliminare le tracce di umidità.

Se non vuoi utilizzare i prodotti chimici che si trovano in commercio puoi avvalerti di numerosi rimedi naturali, non per questo meno efficaci dei prodotti appositi.

- Pulire il forno con acqua e sale grosso:
amalgama 500 grammi di sale grosso e 1 litro di acqua e applica la miscela, grazie a una spugna pulita, su tutte le pareti del forno; lasciate agire per una quindicina di minuti e risciacquate il tutto con un panno umido.

- Pulire il forno con limone e acqua:
se il vostro forno è particolarmente sporco, per sgrassarlo prendete una teglia con bordi alti e riempitela con il succo di 3 limoni, quindi aggiungete un po' di acqua e accendete il forno a 180°C per una trentina di minuti, in questo modo l'evaporazione dell'acqua miscelata al limone andrà a sgrassare le pareti del forno; spento il forno pulite le pareti con un panno inzuppato di succo di limone, infine risciacquate il tutto con acqua.

- Pulire il forno con aceto e sale:
anche l'aceto, come il limone, è un ottimo sgrassante, inoltre ha la fama di essere un potente anti-odore; unite 500 grammi di sale a 1 litro di aceto di vino bianco, quindi inserite la miscela in una bottiglietta spray e spruzzatelo sulle pareti del forno tiepido, aspettate che si asciughi il tutto e che il forno si raffreddi, quindi rimuovete i residui di sale con un panno morbido.

- Pulire il forno con bicarbonato di sodio, acqua e sale:
il bicarbonato è un rimedio davvero potentissimo contro il forno particolarmente incrostato; ti occorre una tazza di sale, una tazza di bicarbonato e una tazza di acqua, unendo i tre elementi in una ciotola otterrete un formidabile detergente ecologico che applicato sulle superfici, lasciato agire per un'ora e risciacquato con un panno umido, vi assicurerà un risultato perfetto.

Photo Credits: Pinterest.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione