Affitti in nero: cosa si rischia?

Affittare un immobile in nero è particolarmente rischioso e i soggetti interessati, parte locatrice e parte conduttrice, possono incappare in numerosi svantaggi. Per questo motivo è importante che le locazioni vengano eseguite in regola, chiarendo gli aspetti legali del contratto.

Innanzitutto, in caso di affitto in nero, il proprietario dell'immobile non può avanzare diritti su quest'ultimo. Inoltre vi sono anche i rischi fiscali; l'evasione viene ovviamente considerata un reato, per questo motivo il locatore può ricevere richieste di pagamento e una cartella esattoriale per il pagamento dell'imposta di registro evasa. Le sanzioni sono calcolate in base a percentuali che vanno dal 60% al 120% dell'imposta evasa qualora non vi fosse indicazione, in fase di dichiarazione dei redditi, per i canoni di locazione che superano 200,00€. Nel caso in cui il canone non fosse stato dichiarato nella sua interezza (dichiarazione infedele) si tratterà di una percentuale che va dal 90% al 180%. 

La mera denuncia da parte dell'inquilino, rappresenta prova sufficiente dell'esistenza di una locazione in nero. Qualora il conduttore non denunciasse la situazione, l'Agenzia delle Entrate ha poteri limitati per quanto riguarda l'accertamento degli affitti, infatti essendo un organo amministrativo deve sottostare a vincoli imposti dall'ordinamento. Qualora i versamenti per il pagamento dell'affitto fossero effettuati mediante versamento bancario, l'Agenzia potrebbe tassarlo considerandolo un reddito, ma non sarebbe possibile imputare la somma a un contratto di locazione in assenza di altre prove. Quindi la tassazione riguarderebbe solo gli importi versati mediante operazione bancaria e non quelli corrisposti via liquidità.

La Guardia di Finanza, invece, può intervenire solamente in caso indizi che conducano a violazioni di norme tributarie è possibile che venga effettuato un accertamento a casa del contribuente. Nel caso in cui questi indizi mancassero non è possibile per la Guardia di Finanza entrare a casa del contribuente e verificare se è abitata da altri.



Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.

Photo Credits: Google Images

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione