Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2019

Patrimonio immobiliare: cosa è e a cosa serve?

Immagine
In poche righe facciamo chiarezza su cosa si intenda per patrimonio immobiliare, come viene calcolato e per cosa viene utilizzato.

Il patrimonio immobiliare è l'insieme dei beni immobili e dei diritti di godimento su di essi da parte di persona fisica o giuridica che ne detiene il possesso.
L'articolo 812 del Codice Civile specifica e precisa cosa può essere catalogato come bene immobile. Si definiscono "beni immobili" il suolo, le sorgenti e i corsi d'acqua, gli alberi, gli edifici e altre costruzioni, anche se unite al suolo a scopo transitorio, e in genere tutto ciò che naturalmente o artificialmente è incorporato al suolo. Tutto il resto viene classificato come bene mobile.
Riepilogando quindi il patrimonio immobiliare è costituito da fabbricati, terreni e tutto ciò che è ancorato a terra.

Ma come si calcola il valore effettivo del patrimonio immobiliare? Il punto di partenza per stimare la consistenza del patrimonio è la rendita catastale. Questa, assegnata dall…

Cosa devo fare per chiedere un mutuo?

Immagine
La spesa per l'acquisto di un immobile può essere elevata e nel caso in cui non si disponesse della liquidità necessaria, quali sono i passaggi necessari per richiedere un mutuo? Primo fra tutti può essere utile confrontare le diverse tipologie di mutui online, mediante i comparatori, in modo da valutare condizioni e costi.

Innanzitutto occorre decidere se si preferisce attivare un mutuo a tasso fisso o a tasso variabile; nello specifico, il primo è generalmente più alto ma permette di sapere fin da subito l'importo esatto che si dovrà pagare, per quanto riguarda la seconda tipologia, invece, comporta una maggiore convenienza, ma le variazioni dei tassi non sono prevedibili. In ogni caso, oggi i tassi restano sempre piuttosto vantaggiosi, specie per quanto riguarda i mutui variabili, grazie all'Euribor (interesse medio delle transazioni finanziarie tra le principali banche dell'eurozona) in terreno negativo. Lo Spread potrebbe salire solamente a causa di un rialzo dei …

Ravvedimento Operoso: di cosa si tratta?

Immagine
L'Imposta di Registro è una tassa che il proprietario di un immobile dato in affitto, il cui contratto è regolarmente registrato e stipulato in regime ordinario e non in Cedolare secca, deve versare.L'imposta di registro viene valutata in funzione del tipo di immobile soggetto all'affitto ed essa non può essere inferiore ai 67 Euro (es. fabbricati uso abitativo l'Imposta di registro è pari al 2% del canone di affitto moltiplicato per ogni annualità). Per chi si fosse dimenticato o non avesse ancora versato tale contributo può sanare la propria posizione nei confronti del Fisco tramite il Ravvedimento Operoso.

Grazie al Ravvedimento è possibile regolarizzare omessi o insufficienti versamenti e altre irregolarità fiscali, beneficiando della riduzione delle sanzioni. Per regolarizzare la propria posizione fiscale bisogna versare autonomamente tramite modulo f24 i seguenti contributi: 1) tributo dovuto; 2) sanzione ridotta; 3) interessi legali. La sanzione da dover versarevie…

Modifica pratica Enea: da oggi è possibile farlo in completa autonomia

Immagine
Attraverso un comunicato ufficiale Enea informa che non solo è possibile redigere da soli una pratica per l'ottenimento del "Bonus Casa" ma si può modificare una pratica già avviata in completa autonomia. In poche sono spiegati i passaggi da effettuare e alcuni accorgimenti a cui è bene prestare attenzione.

Per chiunque volesse beneficiare del Bonus Casa può avviare la pratica attraverso qualche semplice click autonomamente, senza la necessità di recarsi ad uno sportello. La dichiarazione da inviare deve essere unica e va compilata con i dati anagrafici di tutti i beneficiari e deve essere inviata entro 90 giorni dal termine dei lavori. Per data di fine lavori si intende la data che il direttore dei lavori dichiara o anche la data di collaudo parziale.

Nel caso la pratica fosse già stata aperta in precedenza è possibile correggerla andando alla sezione "modifica pratica". Attenzione però che tutte le operazioni di modifica portano all'annullamento della vecch…

Bonus sostituzione infissi: i documenti necessari

Immagine
L'Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) ha cercato di fare chiarezza in merito alla documentazione da presentare e alle caratteristiche che devono possedere i nuovi infissi ai fini di sfruttare l'ecobonus.


I due documenti di cui bisogna disporre sono:
- Relazione tecnica;
- Scheda descrittiva.
Nella relazione tecnica, la quale deve essere redatta da un tecnico abilitato e specializzato, venfgono riportati i valori di trasmittanza termica (U) sia dei vecchi che dei nuovi infissi.
in tale documento sono riportate anche alcune verifiche che necessariamente devono essere soddisfatte; infatti è importante che i valori di trasmittanza termica dei nuovi infissi risultino essere inferiori a certi valori limite stabiliti dal decreto ministeriale del 11 Marzo 2008. La relazione tecnica non è necessario inviarla all'ENEA nel caso di singole unità immobiliari ad uso residenziale e non.



Ciò che invece bisogna presentare all'EN…

La Camera approva la legge per l'incompatibilità professionale dell'agente immobiliare

Immagine
Il voto della Camera, che ha approvato il Disegno di Legge Europea 2018, confermando la versione approvata a dicembre dal Senato, sull'incompatibilità professionale per l'agente immobiliare, accogliendo quindi le richieste della Consulta delle associazioni di settore. 

Al centro dell'attenzione viene posto l'articolo 2 del provvedimento, il quale si concentra sulle norme di incompatibilità degli agenti d'affari in mediazione, in risposta a una richiesta proveniente da Bruxelles, la quale giudica troppo circoscritto l'accesso alla professione nel mercato italiano. La prima versione del teso prevedeva la completa apertura del settore, dando la possibilità a qualsiasi lavoratore dipendente o iscritto a un ordine professionale di fare mediazione. Le associazioni di categoria sono però riuscite a far approvare un emendamento più favorevole, il quale vieta di essere allo stesso tempo agenti, professionisti attigui all'ambito immobiliare e dipendenti, nello specifi…

In cedolare secca si deve pagare per la registrazione di fideiussioni?

Immagine
Nei contratti di locazione viene ormai praticamente sempre richiesta una fideiussione a garanzia del pagamento del canone, in modo che il locatore sia tutelato nei confronti di possibili inadempimenti da parte dell’affittuario.“La registrazione della fideiussione in un contratto di locazione in regime di cedolare secca è soggetta a tassazione?” Questa è una delle domande più frequenti e a cui nelle prossime righe cercheremo di dare una risposta chiara.
Il dubbio nasce in quanto di solito per la registrazione della fideiussione vengono pagate l’imposta di bollo e di registro.
Il Decreto Legislativo n.16 del 02/03/2012 esonera dal pagamento di tali imposte la registrazione di fideiussione per contratti di locazione ad uso abitativo acedolare secca. L’esonero del pagamento dell’imposta di bollo e di registro per schedare un contratto a cedolare secca è uno dei vantaggi previsti dal regime fiscale sostitutivo Irpef sulle locazioni.La cedolare secca è un’imposta sostitutiva dell’ Irpef, dell…

Caparra Confirmatoria o Penitenziale, cosa le differenzia?

Immagine
Prima di approfondire su quale sia la differenza tra caparra confirmatoria o penitenziale è bene specificare cosa sia una caparra e quale sia la sua funzione. Per caparra si intende un quantitativo di denaro o di altro bene che viene versato in soluzione unica, prima dell'esecuzione della prestazione, con il fine di dare garanzia nel caso si verificasse l'inadempimento o il recesso da un contratto.
Rappresenta quindi una fonte di risarcimento istantanea tutelando in questo modo la parte non inadempiente del contratto.
Infatti se la parte inosservante di quanto stabilito nel contratto è la parte che riceve la caparra essa dovrà restituirla e versare un'ulteriore quota di pari importo.
Se invece a risultare inadempiente è la parte che ha versato la caparra, quest'ultima viene trattenuta dal ricevente.
Nell'ipotesi in cui la caparra non venisse restituita allora l'unica soluzione è quella di intraprendere una causa, dove sarà il giudice a stabilire l'ammontare del …

Possibilità di aderire al provvedimento Saldo-Stralcio via telematica: scopri come

Immagine
Il Saldo-Stralcio è un provvedimento rivolto a persone fisiche che si trovano in gravi situazioni economica, agevolandole con una riduzione dei debiti fiscali e contributivi.
L'Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione il servizio "Fai da Te" che permette di compilare online, senza bisogno di recarsi allo sportello, la domanda per usufruire del provvedimento economico sopra citato.



Con la legge di bilancio 2019 è stato approvata la nuova misura economica del Saldo-Stralcio. 
Possono godere di questo servizio tutti coloro che versano in condizioni economiche delicate, ovvero tutte le persone fisiche che dimostrino di avere requisiti reddituali e patrimoniali inferiori ad un limite prestabilito (Isee del nucleo famigliare inferiore ai 20mila Euro oppure procedura di liquidazione per sovraindebitamento) e che abbiano contratto un debito per il mancato pagamento delle imposte tra il 1° Gennaio 2000 e il 31 Dicembre 2017.
Coloro che usufruiranno del Saldo-Stralcio potranno es…

Andamento del mercato immobiliare: quali sono gli immobili più venduti?

Immagine
L'Osservatorio dell'Agenzia delle Entrate in collaborazione con la Banca d'Italia  e con Tecnoborsa hanno effettuato un sondaggio  sul mercato immobiliare italiano per valutare quali sono le tipologie di abitazione più vendute al momento in Italia.
Dall'analisi dei dati raccolti sono emersi diversi interessanti risultati che andremo ad illustrare nei prossimi paragrafi. 

Il tempo medio di vendita di un immobile è si aggira intorno ai 7 mesi.
Dal punto di vista della categoria catastale le abitazioni più vendute sono quelle di tipo economico-popolare (61,4%) seguite con il 34,5% da quelle di tipo civile o signorile.
La percentuale di unità immobiliari nuove o in ottimo stato (78,8%) vendute è nettamente inferiore rispetto a quella di immobili abitabili ma che richiedono interventi di ristrutturazione/manutenzione (18,2%).
Se poniamo la lente di ingrandimento sulle prestazioni energetiche degli immobili venduti si nota come la metà delle vendite riguardi edifici appartenenti …

Fideiussione per affitto: tutto ciò che c'è da sapere

Immagine
Al giorno d'oggi, a causa della crisi economica, al fine di avere la garanzia del pagamento del canone d'affitto ed evitare spiacevoli problematiche, i proprietari fanno richiesta di una fideiussione.
Ecco spiegato in poche righe tutto ciò che c'è da sapere a riguardo.
Per Fideiussione per affitto si intende una "garanzia" che la banca o un'assicurazione concede a persone fisiche o società per assicurare il regolare pagamento dell'affitto o del deposito cauzionale ed è un'importante tutela per il locatore qualora l'affittuario venisse meno al pagamento del canone concordato. La concessione di questa garanzia ha un costo, calcolato sulla base del canone di affitto annuo (solitamente il 3%), che l'affittuario deve versare all'ente garante. Esistono due tipologie di fideiussione: 1) bancaria, 2) assicurativa. Oltre che ad essere rilasciate da figure differenti ciò che principalmente le differenzia è che in quella bancaria è presente la clauso…

Qualche idea per organizzare il terrazzo in vista della primavera

Immagine
È in arrivo la primavera e con essa la bella stagione, nelle nostre case rinascono balconi e terrazzi. Prima di tutto, per non farci cogliere impreparati, dobbiamo fare un po' di pulizia, pulendo pavimentazione, mobili e ringhiere. Non dimentichiamo di pulire anche gli scarichi, i quali potrebbero essersi intasati a causa di detriti e foglie portati dalla stagione invernale. Una volta sistemato l'ambiente possiamo iniziare a scegliere le piante. 

Le tipologie di piante che permettono di decorare al meglio il terrazzo in primavera sono numerose, prime fra tutte i classici gerani, fiori primaverili per eccellenza che non richiedono cure particolari, inoltre sono un rimedio naturale contro le zanzare e altri insetti. Anche le primule e le viole sono tipici fiori primaverili, ottimi per chi non ha ampi spazi esterni. Con l'arrivo della bella stagione possiamo dedicare una zona del nostro terrazzo o balcone alla coltivazione delle piante aromatiche, come il basilico, la salvia, …

Difetti su opere edili: quando possono essere considerati gravi

Immagine
La Cassazione tramite la sentenza 1423 del 2019 definisce in maniera precisa quando un difetto, su un'opera edilizia, può essere considerato grave al fine di poter quantificare l'adeguato risarcimento.
La gravità di un difetto per un lavoro mal eseguito non dipende dall'entità, ma solamente dalle conseguenze che da esso possono derivare.
Per gravi carenze si intendono non solo problemi strutturali ma tutto ciò che può compromettere il normale godimento del bene, la sua funzionalità e l'abitabilità.
Se un vizio può essere eliminato solo attraverso lavori di rinnovamento, riparazione allora esso viene definito grave.

Sulla base di quanto stabilito dall'articolo 1669 del Codice Civile, affinchè venga tutelata l'incolumità personale bisogna che sia garantita la stabilità e la solidità degli immobili nel corso degli anni. Pertanto il costruttore deve rispondere dei difetti, in modo particolare se questi sono gravi, e dei lavori che non vengono realizzati a regola d'…

Ex mutui Inpdap: da chi possono essere richiesti

Immagine
Tra i vari cambiamenti messi in atto con il decreto Salva Italia vi è stata anche la cancellazione dell’organo Inpdap e il conseguente passaggio delle competenze all’Inps. Innanzitutto per mutuo Inpdap si intende un mutuo concesso a condizioni agevolate per l’acquisto di una prima casa non di lusso o per la surroga di un mutuo esistente aperto con un istituto creditizio sempre per l’acquisto di prima casa. Nel 2015 la concessione di questa tipologia di mutuo è stata estesa anche ad altre due casistiche, quali: 1) la ristrutturazione/manutenzione dell’unica casa di proprietà, 2) l'acquisto e/o la costruzione di un box o posto auto, il quale non deve distare più di 500 metri dall’abitazione.
Il mutuo Inpdap può essere richiesto da tutti i dipendenti pubblici o pensionati della Pubblica Amministrazione iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali da almeno 12 mesi. Tra gli altri requisiti necessari per accedere al mutuo è necessario non essere proprietari di qua…