La Rubrica di Valeria: consigli per la pulizia dei tappeti

I tappeti sono sicuramente un bel pezzo di arredamento all'interno di una casa, inoltre gli studi dimostrano che sono un ottimo filtro che consente di trattenere tutti i batteri, i residui, gli acari e la polvere che altrimenti sarebbero liberi di girare nell'aria che respiriamo. Sono quindi importanti all'interno delle nostre abitazioni, ma quando arriva il momento di pulirli, a volte preferiremmo non averli mai comprati. La pulizia può risultare noiosa, ma è importante eseguirla ciclicamente perché i tappeti possono diventare nido di batteri, polvere e acari. 

Tra le soluzioni più sbrigative troviamo sicuramente il lavaggio a secco professionale, ma questo prevede necessariamente l'uso di prodotti chimici, i quali sono dannosi per l'ambiente e per la nostra salute. Inoltre, la pulizia fai da te, ci consente di risparmiare.

Se preferisci un metodo fai da te e che preveda l'utilizzo di prodotti naturali devi munirti di 4 semplici ingredienti, quali: bicarbonato, sale grosso, aceto di vino bianco e amido di mais.

Per una pulizia eseguita di frequente, dovete rovesciare il tappeto sottosopra, passando il retro con l'aspirapolvere, in questo modo rimuoverai la polvere e i vari residui che si depositano sul fondo del tessuto. Passata l'aspirapolvere gira nuovamente il tappeto e cospargilo con il bicarbonato, aiutandoti con una spazzola a setole morbide (in modo da non rovinare il tappeto). Devi lasciare agire il bicarbonato per una mezz'ora, poi rimuovilo utilizzando l'aspirapolvere.

Nel caso in cui i tuoi tappeti avessero bisogno di una pulizia più accurata e approfondita, ti consiglio di preparare un composto unendo 2 bicchieri di aceto bianco, 3 cucchiai di bicarbonato e un litro di acqua. Una volta ottenuta una miscela uniforme disponi il composto sul tappeto, aiutandoti con un flacone spray, e poi spazzolalo delicatamente. Una volta terminata questa operazione, lascia che il tappeto si asciughi, ma fai attenzione a non esporlo al sole perchè potrebbero rovinarsi i colori. 

Nel caso in cui il tuo tappeto fosse macchiato, ti consiglio di crea una pasta con aceto bianco e sale grosso (utilizza la stessa quantità di aceto e la stessa quantità di sale) e sfrega la macchia con il composto. Fai attenzione se il tuo tappeto è di un tessuto delicato. Se la macchia è fresca o oleosa, mescola bicarbonato e amido di mais, disponi la miscela sulla macchia e aspetta che lo sporco venga assorbito, quindi spazzola e aspira il tutto aiutandoti con l'aspirapolvere.

Se in casa disponete di un pulitore a vapore, potete eseguire una pulizia approfondita aggiungendo all'acqua qualche goccia di olio essenziale. Un'operazione di questo tipo igienizza nel profondo e consente di ottenere un tappeto profumato; fate attenzione però: non tutti i tessuti possono essere lavati a vapore.

Per quanto riguarda gli acari della polvere, il bicarbonato ci viene in aiuto ancora una volta: si tratta infatti di un ottimo agente di contrasto alla proliferazione degli acari. Per eliminare i loro escrementi e le uova, mantenendo sempre igienizzati i tuoi tappeti, cospargi il bicarbonato asciutto e spazzola il tessuto, lasciandolo agire tutta la notte, quindi passa l'aspirapolvere per rimuovere il tutto. Mi raccomando, una volta eseguita questa operazione cambia il sacchetto della tua aspirapolvere.



Photo Credits: Pinterest.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione