Smart Home: quando la tecnologia aiuta gli anziani

La domotica offre un valido aiuto ad anziani e disabili, rendendo la loro vita in casa più semplice, grazie ad esempio a sistemi antintrusione, telecamere connesse e sensori 3D anticaduta. 

Purtroppo il periodo di emergenza sanitaria che stiamo vivendo ci pone di fronte a tutta una serie di restrizioni che ci rendono maggiormente sensibili verso la condizione di persone più fragili che vivono sole. Le aziende del settore, sono anni che si concentrano sul garantire la maggior autonomia possibile ad anziani e disabili. 

Le soluzioni Active Assisted Living, come dimostrato da uno studio finanziato dal Miur e dalla UE, permettono di mantenere più a lungo la propria indipendenza, grazie a sensori che sono in grado di capire se il soggetto è ad esempio caduto e ha bisogno di aiuto e ad orologi per le emergenze. 

I sistemi di automazione sono di facile utilizzo, possono essere comandati da smartphone e sono compatibili con i principali assistenti vocali presenti in commercio. Inoltre, l'installazione di tali dispositivi non necessita di effettuare opere murare e o creare nuove tracce.

La domotica si sta muovendo anche nel settore sanitario. Ad esempio, l'Ordine dei Medici del Trentino, ha messo a disposizione la piattaforma STAI Sicuro, la quale offre un vero e proprio ambulatorio digitale in cui il paziente può comunicare in linea diretta con lo specialista comodamente dalla propria abitazione, condividendo anche dati video e audio.

Photo Credits: Pinterest.it e Google Images

Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione