Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2019

Cedolare secca e immobili commerciali: ancora tanti freni

Immagine
A un mese dall’introduzione della normativa che prevede la possibilità dell’opzione della cedolare secca anche per gli immobili ad uso diverso dall’abitativo - il testo specifica la  categoria C1 -sono ancora molti i punti da chiarire e soprattutto mancano gli aggiornamenti del software dell’Agenzia delle Entrate che consente agli operatori di registrare telematicamente il contratto di locazione.


Alle diverse telefonate al numero verde di assistenza le persone si sono sentire rispondere che non è ancora pronto l’aggiornamento della compilazione dell'RLI che consente l’opzione per gli immobili non abitativi ma soprattutto la cosa sconfortante è che non sono in grado di comunicarne le tempestiche,  pertanto non rimane che recarsi allo sportello,  muniti di copia cartacea del contratto, entro i trenta giorni.“Poiché i software di compilazione relativi al Modello RLI sono in corso di aggiornamento, attualmente è possibile registrare questi nuovi contratti recandosi presso gli uffici te…

Vivere con la rendita degli affitti? E' possibile

Immagine
A chi non piacerebbe smettere di lavorare e vivere grazie alla rendita delle proprietà immobiliari di cui si è in possesso?
Il sogno diventa realtà per chi dispone o riesce ad accumulare un portafoglio immobiliare di almeno un milione di euro. Negli Stati Uniti d'America sempre più persone, famiglie appartenenti alle classi più agiate e benestanti decidono di vivere una vita meno lussuosa e sfarzosa per riuscire entro i 40 anni ad accumulare un cospicuo capitale da re-investire e ritirarsi dal lavoro senza avere preoccupazioni di età e versamenti. 
Scenari Immobiliari e il Sole 24 Ore, sulla basa dell'idea statunitense, hanno studiato a fondo la questione e hanno cercato di simulare diverse ipotesi di portafoglio immobiliare che garantiscano un'adeguata rendita sia per chi volesse investire sul mercato italiano sia su quello internazionale. L'obbiettivo è quello di ricavare una rendita mensile che si aggiri tra i 5.800€ e i 7.000€, in modo da tenersi al riparo dall'in…

Mappa rischi calamità naturali 2019

Immagine
L'Istat, insieme al Dipartimento della Presidenza del Consiglio Casa Italia, ha aggiornato il quadro di riferimento integrato sui rischi naturali in Italia: terremoti, frane e alluvioni. 
Per ogni comune italiano, vengono forniti i dati sui rischi naturali, integrati da informazioni demografiche, territoriali, geografiche e abitative , le quali vengono aggiornate mediante l'integrazione di dati provenienti da diverse fonti istituzionali. 
I dati sui rischi naturali sono consultabili cliccando questo link.


L'aggiornamento delle informazioni presenti sul sito, riguarda la popolazione residente e le famiglie aggiornate a dicembre 2017 e la popolazione per classi di età aggiornata a gennaio 2018; per quanto riguarda tutti gli indicatori che si rifanno a dati censuari, nello specifico quelli relativi agli edifici, sono aggiornati a giugno 2018. 

Nel sito vengono operate due prime distinzioni: indicatori e cartografia. La prima sezione permette di visualizzare ed estrarre oltre 140 …

Quali sono le aziende più innovative nell'edilizia 2019

Immagine
Lo scorso 24 gennaio sono stati premiati i vincitori del Klimahouse Trend 2019, premio che riconosce le aziende più innovative dell'edilizia efficiente. L'award è promosso da Fiera Bolzano in collaborazione con il Politecnico di Milano e viene riconosciuto alle aziende che si distinguono per l'eccellenza dei propri prodotti nell'ambito del risanamento e dell'efficienza energetica in edilizia. Come funziona il Klimahuse Trend? Le categorie previste sono tre, ognuna delle quali ha un vincitore, tra queste tre categorie poi viene decretato un vincitore assoluto. 


Nello specifico le categorie riguardano:

- Innovation, la quale interessa le aziende con ottime capacità sia nella ricerca tecnologica e industriale, che nello sviluppo e commercializzazione di prodotti altamente innovativi nell'ambito dell'edilizia sostenibile e dell'efficienza energetica. Quest'anno è stata la ECOSISM ad aggiudicarsi il premio, con il suo "Geniale cappotto sismico", …

Contratto di affitto a studenti universitari: Attestazione unica

Immagine
Quale è l'iter corretto da seguire nei casi di locazione abitativa per porzioni d'appartamento a studenti universitari? Questo è uno dei quesiti più frequenti sul quale gli interessati si sono interrogati.  
La risposta da parte dell'Agenzia delle Entrate non si è fatta attendere e tramite la circolare n.105/2018 ha chiarito che per ogni contratto di affitto a canone concordato "non assistito", le parti contrattuali per usufruire delle agevolazioni fiscali devono conseguire l'attestazione di rispondenza.
L'attestazione è il documento senza il quale non vengono riconosciute le agevolazioni tributarie inerenti ai contratti di affitto (riduzione del 30% per l'Irpef, aliquota ridotta del 10% per cedolare secca).
Nel caso specifico di appartamento dato in locazione per quote a studenti universitari con singoli contratti è sufficiente una sola attestazione alla condizione che i contratti vengano redatti contestualmente e con lo stesso argomento economico e leg…

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Immagine
Quando un contratto di locazione vede la presenza di più conduttori, è possibile per solo uno di questi recedere dal contratto? Sì, si tratta infatti di un recesso parziale: il contratto manterrà la sua efficacia e validità nei confronti dei conduttori restanti. Questo significa anche che i conduttori che proseguono con il contratto di locazione sono obbligati al pagamento dell'intero canone indicato sul contratto. 
Ma vediamo in che modo è possibile recedere individualmente da un contratto che prevede più conduttori. Anche se si tratta di un recesso parziale, occorre seguire la medesima procedura prevista per la normale recessione dai contratti di locazione: il conduttore che vuole recedere deve infatti inviare la lettera di recesso (rispettando il dovuto preavviso), oppure risolvere in modo consensuale il suo rapporto con il locatore. Nel caso in cui venissero a mancare tali condizioni il conduttore non può ritenersi livero dalle obbligazioni previste nel contratto. Non è richies…

Bilancio 2018 del mercato immobiliare

Immagine
Anno nuovo uguale tempo di bilanci. L'Ufficio Studi Nazionale FIMAA (Federazione Italiana Mediatori Agenti d'Affari) non ha perso tempo e ha tracciato il rendiconto del mercato immobiliare residenziale 2018 grazie ad un questionario online che è stato somministrato a più di 12mila agenzie su tutto il territorio.




I risultati più significativi e importanti che emergono dall'analisi dei dati rispetto al 2017 sono principalmente tre:



crescita all'incirca del 5% delle compravendite immobiliari sia a livello di grandi città sia di centri/comuni minori;il prezzo degli immobili ha subito un calo in media del 1,4% con ribassi fino al 2,4%;il trilocale è l'immobile più ricercato.Altri dati curiosi che affiorano leggendo il report di FIMAA riguardano le tempistiche di vendita (1), la tipologia di immobile più richiesta (2) e le percentuale di appartamenti nuovi venduti rispetto al totale (3).
Qui sotto sono riportati i numeri in funzione del numero di abitanti:
-Grandi città (Mil…

Demolizione e ricostruzione: chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Immagine
L'Agenzia delle Entrate chiarisce quando è possibile usufruire del Bonus Casa per interventi di demolizione e ricostruzioni di edifici in cui viene prevista una traslazione del fabbricato, con il mantenimento della stessa volumetria, ma con la variazione dell'area di sedime.

L'Agenzia delle Entrate sottolinea che nel caso in cui un edificio venga demolito e ricostruito con la stessa volumetria, è possibile per il contribuente accedere alle agevolazioni fiscali per la casa, quali ecobonus, bonus ristrutturazione e sismabonus, a patto che dal titolo amministrativo che autorizza i lavori risulti che l'intervento è una ristrutturazione che non prevede aumento di volumetria e che quindi l'opera riguardi un intervento di conservazione del patrimonio edilizio esistente, non un intervento di nuova costruzione. 

Viene inoltre chiarito dall'Agenzia che, in quanto la sagoma edilizia è strettamente legata all'area di sedime del fabbricato e considerato che il legislatore…

Agevolazione prima casa: perchè può essere negata

Immagine
L'agevolazione prima casa consiste nel pagamento delle imposte in misura ridotta, nel caso in cui si acquisti una casa da adibire ad abitazione principale. Vengono ridotte sia l’imposta di registro, se si acquista da un privato, sia l’Iva, se si acquista da un’impresa. Nello specifico se l’acquisto della prima casa avviene da una ditta specializzata,  si avrà l’Iva ridotta al 4%, anziché al 10% e il pagamento delle imposte di registro, ipotecaria e catastale nella misura fissa di 168 € ciascuna. Se invece la prima casa viene acquistata da un privato il pagamento dell’imposta di registro ha aliquota ridotta al 3% anziché al 7% e il pagamento dell’imposta ipotecaria in misura fissa pari a 168 €, così come l’imposta catastale.

Per usufruire dell'agevolazione occorre rispettare alcune condizioni quali: 
- l'immobile deve essere destinato all'uso abitativo e appartenere alle categorie catastali A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7, A/11
- l'immobile non può appartenere a categorie…

Bonus lavori per interventi su immobili e terreni pubblici

Immagine
Tra le agevolazioni fiscali presenti nella Legge di Bilancio 2019, vediamo anche il credito di imposta per le erogazioni liberali in denaro effettuate da persone fisiche, enti non commerciali e soggetti Ires e destinate al finanziamento di interventi su edifici e terreni pubblici. Queste erogazioni devono essere destinate al sovvenzionamento di interventi dedicati a edifici e terreni pubblici, sulla base di progetti presentati dagli enti proprietari. 

Il credito di imposta viene destinato in misura del 65% delle erogazioni effettuate e viene riconosciuto nei limiti del 20% del reddito imponibile alle persone fisiche e agli enti non commerciali. Per quanto riguarda i soggetti titolari di reddito di impresa invece viene riconosciuto nei limiti del dieci per mille dei ricavi annui. 


Per il finanziamento di questa agevolazione, sono state stanziate risorse pari a un milione di € per il 2019, cinque milioni di € per il 2020 e dieci milioni di € a partire dal 2021. 

I lavori devono avere come …

Regole per la detrazione delle spese di intermediazione immobiliare

Immagine
Le spese dovute ai servizi che i consulenti immobiliari forniscono durante le trattative di compravendita di un immobile sono detraibili dalla dichiarazione dei redditi a particolari condizioni disciplinate dall'Agenzia delle Entrate con la circolare numero 7/E. Questo beneficio non spetta al venditore ma bensì solo a chi acquista un immobile da adibire ad abitazione principale. L'acquirente può detrarre dall'Irpef lorda fino al 19% del corrispettivo dell'intermediario immobiliare fino ad un importo pari a 1000€ per ogni annualità.  Qualora l’unità immobiliare venisse comperata da più persone, la detrazione deve essere ripartita tra di essi in base alla percentuale di proprietà. Attenzione però che se la spesa è sostenuta per un familiare fiscalmente a carico la detrazione non verrà riconosciuta. E' importante, per poter usufruire di questo benefit, che la fattura rilasciata dall'agente immobiliare sia intestata al proprietario dell'immobile e nel caso di com…

Sport Bonus: agevolazione per realizzare nuove strutture sportive

Immagine
Il bonus per lo sport è presente nella legge di bilancio 2019, viene infatti riproposto il credito d'imposta che veniva previsto nella manovra del 2018, disciplinato in modo diverso però. Quest'anno l'agevolazione per le erogazioni liberali destinate al finanziamento di interventi di manutenzione e restauro di impianti sportivi e pubblici e la realizzazione di nuove strutture si fa più vantaggiosa.

Possono usufruire dello sport bonus persone fisiche, enti non commerciali e tutti quei soggetti titolari di reddito d'impresa, mentre l'anno scorso era possibile l'accesso delle sole imprese. Si può usufruire del bonus anche nel caso in cui il credito erogato si destinato ai concessionari o agli affidatari degli impianti. Lo sport bonus non può essere accumulato con altre agevolazioni tributarie previste per le stesse erogazioni liberali.

Il credito viene erogato in misura del 65% delle erogazioni effettuate e viene riconosciuto nel limite del 20% del reddito imponibil…

Calcolo usufrutto: via ai nuovi coefficienti

Immagine
Uno dei primi decreti legislativi (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 28 Dicembre 2018) entrati in vigore con l’inizio del 2019 riguarda la revisione delle modalità di calcolo dei diritti di usufrutto e delle rendite/pensioni vitalizie.
Le modifiche introdotte dal provvedimento sopra citato sono un’immediata e inevitabile conseguenza della variazione del tasso degli interessi legali che è stato praticamente triplicato passando dallo 0,3% allo 0,8%.
Le principali novità apportate alla legge n. 662/1996 dal Ministero dell’Economia e della Finanza con il nuovo decreto sono riassumibili in tre punti:
nuovi coefficienti di calcolo dell’usufrutto;il fattore di moltiplicazione per la valutazione della base imponibile per la costituzione di pensioni/rendite è fissato in 125 volte l’annualità;suddivisione in due fasce (41-45 e 46-50) dell’intervallo di tempo del beneficiario 41-50 anni.Come si calcola l’usufrutto?
Il valore dell'usufrutto è ottenuto semplicemente moltiplicando il v…

Agevolazione e usucapione

Immagine
L'agevolazione Prima Casa, che prevede riduzioni e sconti per quanto riguarda le imposte di registro, ipotecaria e catastale, quando viene acquistata un'abitazione da adibire a prima casa, può essere applicata anche in caso di immobili che derivano da una sentenza di usucapione emessa da un giudice?

L'articolo 8 della Tariffa parte prima, allegata al DPR 131 del 1986, dichiara gli atti dell'autorità giudiziaria ordinaria e speciale soggetti all'imposta di registro in termine fisso. La misura dell'imposta però è variabile in relazione al tipo di provvedimento e al tipo di atti che recano il trasferimento o la costituzione di diritti reali su beni immobili.
Inoltre, in questo articolo la tassazione delle sentenze di usucapione viene equiparata a quella degli atti di trasferimento della proprietà. Questo comporta quindi l'applicabilità delle agevolazioni relative all'acquisto della prima casa, quando vengono registrate le sentenze dichiarative di un immobile…

Marche da bollo per le fatture 2019

Immagine
Le marche da bollo sono tributi, versati in alternativa all'IVA, da applicare esclusivamente per quelle fatture che vengono emesse senza addebito IVA. In linea di massima si opera in questo modo:
fatture con importi che superano i 77,47€ la marca da bollo deve essere applicata sia se sono in formato cartaceo che elettronicofatture con importi inferiori ai 77,47€ la marca da bollo non deve essere applicatase le fatture presentano contemporaneamente importi soggetti a IVA e importi non soggetti, la marca da bollo deve essere applicata solo quando gli importi non soggetti ad IVA sono superiori a 77,47€Qualora la marca da bollo sia dovuta l'importo è di 2€.

Con il principio di alternatività vengono esentati dal pagamento della marca da bollo le fatture, le note di credito e addebito e i documenti simili che riguardano quelle operazioni soggette ad IVA. Inoltre sono esentate quelle fatture che riguardano operazioni non imponibili relative all'esportazioni di merci e a cessione in…

Deducibilità Imu sugli immobili strumentali

Immagine
Con la Legge di Bilancio 2019 vediamo elevata dal 20% al 40% la percentuale deducibile dalle imposte sui redditi dell'Imu dovuta sugli immobili strumentali, quali capannoni, negozi e laboratori delle imprese. 

Fino al 2018 le imprese potevano dedurre solo il 20% dell'Imu sugli immobili strumentali. La CNA si dice soddisfatta del raddoppiamento della deducibilità dell'Imu per gli immobili strumentali in quanto capannoni, negozi e laboratori non sono beni di lusso, bensì sono beni indispensabili per l'attività delle imprese e per la creazione di ulteriori posti di lavoro.L'obiettivo ultimo cui mirano la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa è la deducibilità integrale dell'imposta Imu. Tale imposta, riportano il direttore e il presidente della CNA Territoriale Ancona, Massimiliano Santini e Maurizio Paradisi, è giudicata da sempre dagli imprenditori "una tassa iniqua e assurda".

Il raddoppiamento della percentuale deduc…