Compensazione del debito Imu: chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate

L'Agenzia delle Entrate fornisce alcuni chiarimenti in materia di compensazione del debito Imu mediante credito IVA.

I chiarimenti arrivano con la risposta n.385, in risposta a un contribuente che ha presentato un'istanza, sostenendo che i debiti Imu iscritti a ruolo non sono da considerarsi ostacolo alla compensazione del credito IVA.

Nella risposta l'Agenzia sottolinea che è esclusa la natura erariale dell'Imu, quindi ne consegue che è inapplicabile al caso prospettato il divieto di compensazione che viene previsto dall'art. 31 del DL n. 78 del 2010.

Via libera quindi all'utilizzo dei crediti IVA per la compensazione dei debiti Imu che superano i 1.500€, in quanto l'Imu è un tributo comunale e non erariale, quindi la parte dedicata allo Stato è una riserva di gettito. 

Photo Credits: Google Images e Pinterest.it

Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.


Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione