La Rubrica di Valeria: consigli per pulire al meglio i vetri in modo ecologico

I vetri sono sicuramente tra le superfici di casa più insidiose da pulire.
La loro opacità, il più delle volte, è causata dall'impiego di detergenti comuni, i cui residui tendono ad accumularsi sulle superfici. Per evitare questo sgradevole "effetto opaco" occorre utilizzare soluzioni ecologiche, che non lasciano residui sulle superfici, inoltre diminuiscono anche la formazione di aloni. Vi consiglio inoltre di non pulire i vostri vetri quando sono colpiti direttamente dal sole, anche questo accorgimento eviterà la formazione di aloni. 

Tra le soluzioni ecologiche, quella alla portata di tutti, è sicuramente l'utilizzo di acqua e aceto. Potete preparala in poche e semplici mosse: mescolate 100ml di aceto ogni 500ml di acqua e versateli in un flacone spray. Se la situazione del vetro è particolarmente critica, consiglio di utilizzare acqua calda per ottenere un migliore effetto, mentre se volete ottenere un detergente profumato, aggiungete al composto qualche goccia di olio essenziale di lavanda. L'aceto contribuisce a rimuove lo sporco e i segni presenti sulla superficie, inoltre è un ottimo disinfettante. Utilizzate poco liquido alla volta e pulite il vetro con uno straccio in cotone, senza risciacquare. 

Un'altro incredibile rimedio per la pulizia dei vetri è sicuramente l'impiego dei fogli di giornale. L'utilizzo è semplicissimo: bagnate con acqua o con un panno umido i vostri vetri e poi asciugateli con le pagine di un quotidiano, strofinando bene nei punti in cui i segni e gli aloni sono più marcati.

L'utilizzo si un panno in microfibra consente di ottenere una pulizia dei vetri più duratura. Inumidite il panno in acqua tiepida e assicurative di strizzarli bene; a questo punto passate i vetri, una o più volte, in base a quanto sporco si è accumulato sulla superficie. Non è necessario risciacquare il vetro una volta terminata la pulizia. Il panno deve essere lavato a mano in acqua tiepida, o al massimo con l'aggiunta di sapone naturale. 

Un'alternativa ecologica efficace è anche quella di produrre un detergente home-made. Vi occorre avere a disposizione delle scaglie di sapone naturale, del sapone liquido ecologico o anche del detersivo per piatti ecologico. Nel caso aveste a disposizione le scaglie di sapone, discioglietele in acqua calda, utilizzandone un cucchiaio ogni 500ml di acqua, quindi agitate il composto. Nel caso di saponi liquidi, invece, è sufficiente mescolare un cucchiaio di sapone in 500ml di acqua tiepida o fredda e riporre il composto in un flacone spray. Un'altra alternativa è quella di utilizzare l'acido citrico, sciogliendone un cucchiaio in un litro d'acqua, aggiungendo un cucchiaio di detersivo ecologico per piatti ed infine agitando il composto all'interno di un flacone spray.

Forse avete sentito parlare dei microrganismi effettivi solamente per i fertilizzanti naturali, infatti, non tutti sanno che possono essere utilizzati come detergenti ecologici. I microrganismi effettivi sono utilizzati per la produzione di detergenti ecologici già pronti oppure da preparare mediante kit appositi. Prodotti di questo tipo consentono di ottenere una pulizia accurata e particolarmente profonda: si compongono di microrganismi utili, batteri, enzimi e oli essenziali che sono in grado di garantire una pulizia efficace. 

 

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione