Come rendere la propria casa più eco-friendly

In seguito ad un'analisi da parte della "California Air Resources Board", che rappresenta "l'agenzia dell'aria pulita" nel governo della California e che si occupa proprio di mantenere la qualità dell'aria salutare, si è scoperto che l'aria che respiriamo negli ambienti chiusi è inquinata fino al 60% in più dell'aria che respiriamo in aree esterne. 

Quali sono quindi gli accorgimenti che ci possono aiutare a vivere quotidianamente in un'aria più pulita e che riduca il rischio di patologie, da quelle meno gravi a quelle più gravi?

Gli inquinanti si possono trovare in molte forme nelle nostre casa, dagli intonaci alle vernici e rivestimenti. Sarebbe opportuno infatti sostituire il cemento con un composto a base di calce naturale e argilla e orientare la nostra scelta su tinte tenui piuttosto che su tinte lucide. Questo perché le tinte lucide contengono più facilmente sostanze chimiche nocive. 

Per quanto riguarda i rivestimenti, il legno massello non trattato non sarebbe la soluzione più ideale da scegliere, in quanto non è molto ecosostenibile.

Parliamo ora degli arredi, parti fondamentali in ogni casa: occorrerebbe privilegiare mobili con tecniche ad incastro, più adatti rispetto ad un arredamento con colle e resine chimiche, tra cui la più conosciuta: la formaldeide. 
Il legno è il materiale più ecosostenibile, a patto che la certificazione del prodotto in legno garantisca l'origine sostenibile, eccone due esempi: le certificazioni CFS (completamente senza solvente) e PEFC ( il legno deriva da foreste gestite in maniera sostenibile).

Ci sono poi i materiali come il bambù e il cartone, sempre più usarti per il mobilio di arredo: il cartone, soprattutto, è un composto riciclato funzionale e resistente.  A proposito di arredamento, occorre rendere noto che, per la nostra salute, sarebbe più sicuro trattare le superfici con prodotti naturali ed atossici, come come aceto, acido citrico da agrumi e bicarbonato di sodio. 

Infine, vediamo anche alcune delle certificazioni di biocompatibilità che valutano la vivibilità delle costruzione residenziali da punto di vista ambientale e per la nostra salute: 

- CasaClima Nature valuta la sostenibilità degli edifici
- Ecolabel certifica il ridotto impatto ambientale dei prodotti o dei servizi forniti dalle aziende che hanno questa certificazione
- Greenguard certifica che i materiali per i prodotti in ambienti chiusi rispettino limiti per le sostanze chimiche.





Photocredit: Pixabay.com & Pinterest




Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione