Novità per gli affitti brevi: la data di comunicazione dei dati al Fisco è stata prolungata




In questo post trovate la definizione di locazione breve e per quali affitti brevi è possibile scegliere la cedolare secca. In questo articolo, invece, parleremo del provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 20 giugno 1018, riguardo i dati da comunicare per le locazioni brevi.
Per quanto riguarda infatti gli affitti brevi conclusi nel 2017, la comunicazione telematica al fisco è Stata prolungata dal 30 giugno al 20 agosto 2018.




I dati da comunicare

I dati da comunicare sono il nome, cognome e codice fiscale del locatore, la durata del contratto, l’importo del corrispettivo lordo e l’indirizzo dell’immobile.

Chi deve comunicare questi dati?
I soggetti che esercitano l'attività di intermediazione immobiliare, compresi quelli che gestiscono portali telematici, sono quelli che devono comunicare le informazioni riguardo gli affitti breve al Fisco. Queste persone infatti, mettono in contatto chi è in cerca di un immobile con persone che dispongono di unità immobiliari da locare. 




Photo credit: Google Images IT e Google Images USA

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione