Consigli per arrivare preparati al giorno del trasloco

Traslocare in un nuovo appartamento o in una nuova casa comporta stress e grande impegno, ma esiste una soluzione per arrivare preparati all'ultimo e fatidico giorno: organizzare il trasloco in grande anticipo e mantenere la "tabella di marcia" stabilita.

Oggi ti diamo una lista di lavori da svolgere prima del trasloco, con le relative tempistiche!

Due mesi prima:

  • informati e seleziona la ditta che si occuperà del tuo trasloco: richiedi un preventivo ad almeno tre ditte di trasloco diverse, per poter scegliere la più conveniente e affidabile. Un'altra buona idea è chiedere ai propri amici che hanno traslocato di recente, se hanno valutazioni circa l’affidabilità e la convenienza di qualche ditta;
  • fai una lista di quello che non vuoi portare nella casa nuova: il trasloco aiuta soprattutto le persone che tengono tutto ciò che è inutile o superfluo, per cui vendi o regala ciò che non ti serve più;
  • studia il posizionamento dei mobili nelle nuove camere: due mesi prima del trasloco sarà molto importante pianificare le posizioni dei mobili e degli accessori (tappeti, lampade, lampadari) nelle varie stanze, con planimetrie e metro alla mano. Questo sarà infatti molto utile il giorno del trasloco, in modo da poter dirigere i lavori senza esitazioni;
  • procurati il materiale per gli scatoloni: la ditta di traslochi ti fornirà i cartoni, ma tu dovrai preoccuparti di comprare il materiale per imballare le cose fragili e delicate e un bel po’ di giornali per riempire i vuoti nelle scatole, in modo che gli oggetti non si muovano durante il trasporto;
  • informati per il cambio delle utenze e delle tasse sui rifiuti: fai un elenco delle utenze e chiama i gestori per conoscere le modalità per la cessione dell’utenza attuale e l’attivazione della nuova utenza e il comune per sapere cosa serve per la cessione e registrazione per la tassa dei rifiuti.
Un mese prima:
  • comunica il cambio di residenza: inizia a fare la lista delle persone e delle entità (per es. banca, comune, datore di lavoro, aziende di abbonamenti a riviste) che devono essere informati del tuo cambio di residenza;
  • inizia a impacchettare: parti dalle cose che non usi quotidianamente e puoi tranquillamente inscatolare;
  • programma l’assistenza per i bimbi e/o gli animali domestici: nel caso tu avessi bimbi piccoli o animali domestici, fai in modo di trovare qualcuno a cui affidarli il giorno del trasloco, così da non esporli a uno stress maggiore del dovuto ed essere libero di dedicarti al 100% al trasloco;
  • mettiti in contatto con il nuovo amministratore condominiale e chiedigli il nuovo regolamento.
Una settimana prima:
  • chiama la ditta di traslochi: chiedi conferma del giorno e dell’ora in cui arriveranno e fai una lista di tutti i dettagli: chiedi conferma rispetto alle richieste di permessi speciali per l’occupazione del marciapiede, comunica loro se nella nuova casa sarà possibile utilizzare agevolmente scale e ascensori per trasportare scatoloni e piccoli mobili, assicurati che siano attrezzati per il trasporto di eventuali piante e vasi;
  • finisci con gli scatoloni: se continuando a fare gli scatoloni, ti accorgi che non sono abbastanza, chiedi alla ditta che te ne porti altri. Attenzione però a non mettere negli scatoloni cose che ti serviranno fino all’ultimo giorno!
  • prepara le nuove targhette con il tuo nome per citofono e cassetta postale
  • smonta l'antenna satellitare;
  • se possibile, consuma i surgelati e comincia a svuotare freezer e frigorifero che scongelerai il giorno prima del trasloco;
  • togli i tubi dell'acqua dalla lavastoviglie e dalla lavatrice;
  • fai una copia delle nuove chiavi preparate il necessario per la sera del giorno del trasloco.
Il giorno del trasloco:

Eccoci all’ultimo sforzo: i traslocatori penseranno a quasi tutto: a te toccherà supervisionare affinché le cose più delicate e preziose siano trasportate e posizionate con le cure dovute. Verifica a lavoro finito che tutto sia a posto e non ci siano stati danni. In caso contrario, comunicalo tempestivamente alla ditta. Inoltre:
  • controlla e registra i risultati dei contatori di acqua, luce e gas;
  • pulisci la nuova casa prima di riordinare tutto.







Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione