Quali sono le tasse da pagare in caso di eredità di immobili?

Quando si ereditano immobili in caso di successione, agli eredi spetta il pagamento di una o più tasse di successione. Inoltre, se l'oggetto dell'eredità sono immobili, oltre alle imposte che si applicano ai beni di qualsiasi natura, ne sono previste altre.
Vediamo le franchigie per le tasse di successione
Bisogna sapere che l'imposta di successione si applica al valore della quota o dei beni che eccedono la franchigia che spetta a seconda del rapporto di parentela che intercorre da beneficiario e defunto:
  • se l'erede e/o legatario è il coniuge o un parente in linea retta del defunto, l’imposta di successione si applica solo sulla parte della base imponibile che supera la franchigia riconosciuta di € 1.000.000,00;
  • se erede e/o legatario è il fratello o la sorella del defunto, l’imposta di successione si applica solo sulla parte della base imponibile che supera la franchigia riconosciuta di  € 100.000,00;
  • se erede e/o legatario è un soggetto portatore di handicap e riconosciuto grave a sensi della legge 5.2.1992 n. 104, l’imposta di successione si applica solo sulla parte della base imponibile che supera la franchigia riconosciuta di  € 1.500.000,00.
Le aliquote delle tasse di successione
L’importo da versare a titolo di imposta di successione si ottiene applicando alla base imponibile, decurtata dell’eventuale franchigia, le seguenti aliquote, che variano a seconda del rapporto di parentela tra il defunto e l’erede e/o il legatario:
  • 4% sulla base imponibile decurtata della franchigia di € 1.000.000,00 per ogni erede e/o legatario, se eredi e/o legatari sono il coniuge e i parenti in linea retta;
  • 6% sulla base imponibile decurtata della franchigia di € 100.000,00 per ogni erede e/o legatario, se eredi e/o legatari sono i fratelli o le sorelle;
  •  6% se eredi e/o legatari sono i parenti entro il quarto grado, gli affini in linea retta e gli affini in linea collaterale entro il terzo grado;
  • 8% se eredi e/o legatari sono soggetti diversi da quelli di cui ai punti precedenti.

Le imposte che riguardano la successione di immobili


Come dicevamo all'inizio di questo post, nel caso in cui tra i beni ereditati dalla successione ci siano beni immobili, si applicano altre due imposte:
          - l’imposta di trascrizione, conosciuta anche come imposta ipotecaria,              nella misura del 2% del valore attribuito agli immobili o nella misura              fissa di € 200,00 se sussistono le condizioni per usufruire delle                      agevolazioni prima casa;


          - l’imposta catastale nella misura dell’1% del valore attribuito agli                     immobili o nella misura fissa di € 200,00 se sussistono le condizioni             per usufruire delle agevolazioni prima casa.


Photocredit: Pixabay.com

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione