Legge di bilancio 2019: cedolare secca e immobili commerciali

Tra le novità presenti nel Disegno di Legge sulla manovra 2019, troviamo anche l'estensione del regime di cedolare secca per le locazioni che interessano immobili ad uso commerciale.

Nello specifico vediamo l'articolo 9 del DDL della Stabilità 2019, titolato "Cedolare secca sul reddito da locazione di immobili ad uso commerciale", il quale estende la possibilità, per i proprietari di immobili commerciali, di usufruire del regime di cedolare secca. Con l'adesione alla cedolare, si opta per un regime al 21%, anziché il regime ordinario, il quale prevede che il reddito fondiario concorra ai fini dell'IRPEF.


Per poter usufruire della cedolare secca, il contratto di affitto per immobili ad uso commerciali deve essere stipulato nell'anno 2019, l'unità immobiliare in oggetto deve rientrare nella categoria catastale C/1 (negozi e botteghe) e avere una superficie massima di 600mq, escluse le relative pertinenze, anche nel caso fossero locate congiuntamente all'immobile principale. 

La cedolare secca non può essere applicata però a quei contratti stipulati, si nel 2019, ma per i quali al 15 di ottobre 2018 è in essere un contratto non scaduto tra i medesimi contraenti e sul medesimo immobile, per il quale si interrompe la scadenza ordinaria con lo scopo di usufruire del regime agevolativo. 



Photo Credits: Pinterest.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione