L'emendamento sulla tassazione degli affitti brevi è stato ritirato

Qualche giorno fa abbiamo parlato dell'emendamento secondo il quale il proprietario che affitta per brevi periodi più di 3 appartamenti viene considerato come un'attività d'impresa, non potendo quindi aderire alla cedolare secca.

L'emendamento in oggetto, di fatto, è stato ritirato dalla discussione in Senato, in quanto la disposizione inclusa nel Decreto di agosto è stata considerata "improponibile" dal Presidente del Senato. 

Confedilizia si esprime auspicando che non si cerchi di inserire la norma in un nuovo provvedimento, ma di cogliere l'occasione per riflettere meglio. Se l'intento è quello di specificare quando una locazione breve debba presumersi imprenditoriale, basta riprendere quanto espresso dall'Agenzia delle Entrate il 26 agosto 2020, la quale ha spiegato che la locazione si considera imprenditoriale qualora venissero forniti servizi, come pasti, guide turistiche, mezzi a noleggio ecc., venisse impiegato personale dipendente, si utilizzasse un ufficio, si impiegassero mezzi e risorse umane. Si tratta di regole generali che sono sempre state applicate. Per questo motivo Confedilizia sottolinea che non occorre stravolgere decenni di diritto civile e tributario, ma basterebbe richiamare queste regole. Se invece l'intento della norma è quello di limitare il fenomeno che ha portato al Paese una maggior quantità di turisti, oltre che soddisfare esigenze di studenti, parenti di persone ricoverate e lavoratori, discuterne risulta paradossale per Confedilizia. 

La reazione di Federalberghi, Federazione delle Associazioni Italiane Alberghi e Turismo, è durissima. L'associazione infatti ritiene inaccettabile che un emendamento che fino a una settimana fa veniva considerato ammissibile, non sia poi passato. Il pensiero espresso da Federalberghi è quello che se si vuole effettivamente tutelare consumatori e concorrenza non sia necessario il passaggio parlamentare. Gli operator del settore sono da più di 3 anni in attesa del regolamento previsto dal decreto n. 50 del 2017, il quale definisce i criteri in base ai quali l'attività di locazione deve considerarsi imprenditoriale. 

Photo Credits: Google Images e Pinterest.it

Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.





Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Locazione parziale: un po' di chiarezza su questo contratto

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione