Sospensione del mutuo: chiarimenti sul silenzio assenso

L'Abi, Associazione bancaria italiana, tramite la lettera circolare del 27 Luglio ha fornito alcuni chiarimenti sul tema della sospensione del mutuo per l'acquisto della prima casa e sul silenzio assenso. 

Come si ottiene la sospensione del mutuo? Chi possiede i requisiti necessari per accedere al Fondo deve presentare la domanda di sospensione alla propria banca, la quale, grazie alle novità introdotte dal Decreto Liquidità potrà verificare la completezza e la regolarità formale dei documenti presentati. A questo punto vengono immediatamente sospesi gli addebiti delle rate del mutuo e viene inoltrata la richiesta a Consap, la società pubblica che gestisce il Fondo per conto del Mef. 

Consap esamina quindi la domanda e comunica la risposta entro 20 giorni, oltre i quali la domanda viene considerata accettata per silenzio assenso. Qualora la richiesta venisse rigettata prima dei 20 giorni, l'istituto bancario ricomincerà ad addebitare le rate del mutuo partendo da quella immediatamente successiva alla domanda di sospensione. 

Il meccanismo del silenzio assenso per le richieste di accesso al Fondo viene applicato anche alle domande già presentate, a patto che siano state presentate alla banca a partire dal 28 marzo 2020. 

Inoltre, con la conversione del Decreto Legge 23/2020 è prevista l'immediata sospensione delle rate del mutuo anche a fronte della mera presentazione della domanda. 

Photo Credits: Google Images e Pinterest.it

Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.


Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Locazione parziale: un po' di chiarezza su questo contratto

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione