Costruire un ascensore esterno: le regole da seguire

Spesso nei palazzi datati non è presente l'ascensore e quindi non sono rari i casi in cui venga installato in un secondo momento. Vi sono però alcuni permessi da richiedere e regole da seguire per realizzare un ascensore esterno privato in un condominio.

Realizzare un ascensore esterno in un condominio è configurato come innovazione "gravosa e voluttuaria", questo perché può essere utilizzato separatamente da alcuni condomini rispetto ad altri, i quali rimangano esclusi dall'utilizzo. 

È obbligatorio rispettare il vincolo di destinazione delle parti comuni dell'edificio, in modo che non vengano rese inservibili all'uso o al godimento dei comproprietari, soprattutto nel caso in cui la realizzazione dell'ascensore comporti un ingombro per una parte rilevante delle zone comuni. 

L'intervento non deve ovviamente compromettere la sicurezza dell'edificio e la sua realizzazione non deve inficiare il diritto di luce e veduta di ogni condomino, a meno chi non venga espresso il consenso da parte di tutti i condomini interessati da tale cambiamento, o che venga previsto un tale intervento dal regolamento condominiale. 

Per iniziare i lavori per la realizzazione di un condominio esterno è obbligatorio ottenere il permesso dall'assemblea condominiale: la domanda deve ricevere parere positivo dalla maggioranza qualificata con numero di voti pari alla metà più uno degli intervenuti e almeno due terzi del valore del palazzo. Nel caso in cui vi fosse maggioranza inferiore, detta semplice, in sede di seconda convocazione deve essere pari alla maggioranza degli intervenuti, che siano rappresentativi di almeno un terzo del valore dell'edificio, quando è volta ad eliminare le barriere architettoniche di ostacolo a chi ha disabilità.

Per quanto riguarda i permessi necessari per un intervento di questo tipo non occorre richiedere il permesso di costruire, bensì è sufficiente la Scia, Segnalazione certificata di inizio attività. 

Photo Credits: Pinterest.it e Google Images

Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione