Legge di Bilancio 2017: allo studio un bonus fiscale per la permuta e per l'adeguamento antisismico delle seconde case

La legge di Bilancio 2017, sulla quale sta lavorando attualmente il governo, confermerà anche per il 2017 gli sconti attualmente a disposizione dei proprietari di immobili, i quali saranno resi stabili e non più rinnovabili di anno in anno
Saranno introdotte alcune novità, in particolar modo per i condomini e per l'adeguamento antisismico degli edifici.

Ad oggi sono tre le agevolazioni fiscali principali in vigore sulla casa. 
Essendo misure che vengono prorogate di anno in anno, la loro scadenza è stata fissata per il 31 dicembre 2016:
  • detrazione IRPEF del 50% sulla ristrutturazione di casa fino a 96mila euro;
  • detrazione IRPEF del 50% sull’acquisto di mobili per la casa ristrutturata fino a 10mila euro;
  • detrazione IRPEF del 65% su interventi di risparmio energetico fino a 100mila o adeguamento antisismico degli edifici.
Nella remota ipotesi in cui il Governo non dovesse prorogare gli interventi sopra citati tramite la legge di Bilancio 2017, a decorrere dal 1° gennaio 2017  il bonus ristrutturazioni passerà dal 50% al 36% ordinario con un tetto massimo di 46mila euro, così come l’ecobonus per il quale verrebbe dimezzato il tetto di spesa massima.

E' allo studio la possibilità di estendere lo sconto  ai proprietari di appartamenti in condominio, compresi gli incapienti, e  di allargare le detrazioni valide per gli interventi antisismici anche alle seconde case e ai condomini. Ad oggi il bonus del 65% per gli interventi antisismici risulta essere quello meno utilizzato, in questo modo il governo incentiverebbe gli adeguamenti.

Oltre ai bonus fiscali già in essere  ne verranno aggiunti due nuovi: per le ristrutturazioni delle parti comuni nei condomini e per la permuta degli immobili.
In merito, il ministro ha spiegato: “Ci sono famiglie giovani che cercano una casa più grande e anziani che vogliono lasciare il vecchio appartamento diventato troppo grande. Non è giusto che paghino le tasse due volte, quando vendono e quando comprano”.


Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione