Niente notaio per compravendite sotto i 100 mila euro

Svolta nell'immobiliare.
Con l'approvazione del DDL concorrenza (20 febbraio 2015) non sarà più necessario il notaio per le compravendite con valore inferiore a 100 mila euro.

Per la compravendita di immobili non a uso abitativo e di valore inferiore a centomila euro, infatti, ci si potrà rivolgere all’ avvocato e non al notaio, purché l’avvocato si doti di una copertura assicurativa pari al valore del bene. Anche per le srl, per una serie di atti laddove è prevista la firma digitale quest’ultima diventerà sostitutiva del ricorso al notaio e all’ atto pubblico.

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione