I Bonus Fiscali per la Casa Validi nel 2018

Dal 1 gennaio 2018, sono in vigore le nuove regole sulle detrazioni fiscali con molte novità rispetto agli anni passati, per questo abbiamo creato per voi un riepilogo dei nuovi bonus fiscali per la casa validi nel 2018.

Risparmio energetico
Resta valida fino al 31 Dicembre 2018 la detrazione del 65% sulle spese relative agli interventi di riqualifica degli edifici. Stessa percentuale di detrazione anche per quegli interventi che riguardano la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, con impianti dotati di caldaie a condensazione pari almeno alla classe A e per l'installazione di sistemi di termoregolazione di classe V, VI o VII, oppure con impianti ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, concepiti per funzionare in abbinamento tra loro. La detrazione per le spese relative all'acquisto e alla pose di finestre, infissi, schermature solari e per la sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti a biomasse o caldaie a condensazione in classe A, viene portata al 50%.Per i condomini vengono confermate le aliquote più favorevoli del 70-75% per le opere di riqualificazione energetica delle parti comuni degli edifici condominiali, per un massimo di 40.000 euro ad abitazione, e la possibilità di usufruire delle detrazioni sino al 2021 in modo da poter programmare e approvare in assemblea gli interventi per tempo.

Bonus ristrutturazioni
Fino al 31 dicembre 2018 vediamo prorogata la detrazione del 50% per gli interventi finalizzati al recupero del patrimonio edilizio. Confermata inoltre la possibilità, per chi usufruisce dell’agevolazione per ristrutturazione, di aggiungere anche la detrazione del 50% per acquisti di mobili e grandi elettrodomestici classe A+ (A per i forni) finalizzati all'arredo di immobili ristrutturati.



Bonus verde
Viene introdotta una detrazione Irpef del 36% per le spese sostenute per gli interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private, incluse la realizzazione di pozzi e impianti di irrigazione. Anche i condomini possono beneficiare di questo bonus, purché l'area verde venga mantenuta ad uso comune.

Sisma bonus
Per quanto riguarda i lavori di riduzione del rischio sismico in abitazioni situate in aree sismiche 1, 2 e 3 è mantenuto il bonus con detrazione dal 50% all'80%, in relazione all'abbattimento del rischio. I condomini situati in zona sismica 1, 2, 3 potranno usufruire del sisma bonus per i lavori eseguiti sulle parti condominiali con aliquota potenziata dell’80% in caso di riduzione di una classe del rischio sismico e dell’85% nel caso di riduzione di due classi del rischio sismico. Questo bonus è alternativo all’accesso al bonus per la riqualificazione energetica delle parti condominiali.








 

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione