Planimetrie e preliminare di vendita

Con le sentenze 26366/2016 e 26609/2016 la Corte di Cassazione si è recentemente espressa riguardo alla validità negoziale delle planimetrie e precisamente:  " le piante planimetriche allegate ai contratti aventi ad oggetto immobili fanno parte integrante della dichiarazione di volontà, quando ad esse i contraenti si siano riferiti nel descrivere il bene e costituiscono mezzo fondamentale per l'interpretazione del contratto"

In caso di non coincidenza tra la descrizione dell'immobile nel contratto di compravendita e le planimetrie le piante planimetriche allegate ai contratti aventi ad oggetto immobili sono, infatti, parte integrante della dichiarazione di volontà delle parti quando ad esse i contraenti si siano riferiti nel descrivere il bene e costituiscono mezzo fondamentale per l'interpretazione del negozio.






Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione