Locazione canone concordato e obbligatorietà associazioni di categoria

In merito ai contratti a canone concordato e all'interpretazione della normativa circa l'obbligatorietà dell'assistenza delle associazioni ai fini della validità del contratto, si sono espressi gli avvocati Giuseppe Baravaglio, Patrocinante in Cassazione,  e  Federico Cappa, dichiarando espressamente che le parti devono ritenersi libere di avvalersi o di non avvalersi di un'organizzazione di categoria senza che la mancata assistenza possa in alcun modo andare ad incidere sulla validità del contratto di locazione.

"In altre parole i contratti di tipo ministeriali da cui gli accordi locali non possono derogare e che sono depositati quali allegato dell'accordo territoriale in esame, espressamente escludono l'obbligatorietà dell'assistenza delle associazioni alle parti alla stipulazione del contratto: in buona sostanza, le parti contrattuali restano libere di rivolgersi (o meno) alle organizzazioni di categoria, senza che tale scelta, in un senso piuttosto che in un altro, possa andare ad incidere in alcun modo, per ciò solo, sulla validità del contratto"

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione