In arrivo l'anagrafe dell'edilizia scolastica

Nell’ultima riunione della Conferenza Unificata è stato approvato l’accordo che consentirà alle Regioni, a partire da oggi, 1 dicembre 2014, di inserire in un’apposita piattaforma informatica tutti i dati relativi al patrimonio edilizio scolastico di competenza degli Enti locali.

“Obiettivo dello Snaes è censire l’intero patrimonio dell’edilizia scolastica del nostro paese e acquisire informazioni relative alla consistenza, alla situazione e alla funzionalità degli edifici” ha spiegato il Sottosegretario all’Istruzione, Università e Ricerca, Davide Faraone.
L'anagrafe dell'edilizia scolastica dovrebbe consentire una programmazione mirata degli interventi edili sugli immobili, rispettando le priorità e razionalizzando le risorse.
Gli edifici scolastici saranno, in questo modo, schedati e potranno essere quindi oggetto di uno studio mirato per la pianificazione degli investimenti e delle necessità.

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione