Ivie: incostituzionalità?

I punti da chiarire riguardo all'Ivie sono tanti.

Uno dei punti più discussi è sicuramente il valore imponibile da calcolarsi partendo dall'atto di acquisto.

Appare subito ovvio che due atti stipulati in anni diversi non possono essere considerati un uguale punto di partenza per la determinazione della base imponibile in quanto più si va indietro con gli anni per l'atto di acquisto, più il valore riportato non corrisponderà al valore reale di mercato.

Il risultato sarà quindi che due immobili con il medesimo numero di vani, stessa ubicazione e stesse finiture perchè magari appartenenti allo stesso palazzo, possono avere una base imponibile completamente differente, se gli atti di acquisto relativi agli stessi risalgono ad anni diversi.

Si tratta di una divario talmente tanto evidente da mettere in discussione la costituzionalità della stessa norma.


Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione