La crisi fa riscoprire la nuda proprieta' e l'affitto con riscatto

Nel 2011 l'offerta delle case in vendita con nuda proprieta' e' cresciuta del 13%. Il vantaggio per chi compra la nuda proprieta' e' un prezzo piu' basso: dal 5% al 40%. Apposite tabelle del Ministero dell'Economia stabiliscono il valore dell'usufrutto rispetto a quello della proprieta' in base all'eta' dell'usufruttuario. La scelta e' spesso dettata, da parte del titolare del diritto reale, dall'esigenza di liquidita'. Chi compra, invece, non ha solitamente la necessita' di utilizzare l'immobile nel breve periodo. Una formula alternativa per chi vuole comperare casa ma non dispone della cifra iniziale per l'acquisto e' il Rent to Buy - affitto con riscatto. Questa formula consente ai costruttori con immobili invenduti di affittare l'appartamento con l'opzione di un contratto di affitto che si trasforma, in un secondo tempo, in acquisto. Chi compra puo', in questo modo, patrimonializzare i canoni versati, in quanto conteggiati come acconto prezzo.


Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione