Nuove norme per l'attività di mediatore

 
In seguito alla soppressione del vecchio ruolo istituito dalla legge 39/89 sulla professione di agente di affari in mediazione, il 13 gennaio 2012 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo recante  le modalità di iscrizione nel Registro delle Imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l’attività di mediatore.
Le nuove regole contenute nel decreto entreranno in vigore il 12 maggio 2012.
Le imprese di affari in mediazione che intendono iniziare l'attività devono presentare, all’ufficio del Registro delle Imprese della Camera di Commercio della provincia dove esercitano l’attività, un'apposita Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA).
Dopo aver presentato la SCIA il nuovo imprenditore può iniziare a svolgere l'attivita' senza aspettare i 30 giorni previsti dalla normativa precedente. Se il mediatore esercita in più unità locali, deve presentare una Scia per ciascuna sede operativa, indicando una persona con i medesimi requisiti del titolare.
Ogni agenzia dovrà specificare nella Scia i dati di tutti coloro che lavorano in quell'impresa e dovrà esporre nei locali un organigramma con il mansionario riportante le mansioni di ciascun collaboratore.

Ogni mediatore dovrà, inoltre, essere dotato di cartellino di riconoscimento rilasciato dalla Camera di Commercio e dovrà riconsegnarlo nel momento in cui cessa l'attività.

Anche il mediatore occasionale potrà esercitare presentando una  SCIA attraverso un modello ad hoc, a condizione che non superi i 60 giorni di attività annuale.


Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione