Legge di stabilità 2018: la novità del bonus verde per terrazze e giardini

Il DDL delle legge di bilancio 2018 introduce il "bonus verde" che prevede, ai fini delle imposte sui redditi, la detrazione del 36% sulle spese documentate, fini ad un ammontare complessivo non superiore a 5000 euro per unità immobiliare

QUALI LAVORI
Le spese devono essere sostenute per i seguenti lavori:

  • sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;
  • realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

Tale detrazione spetta anche per le spese sostenute per interventi effettuati sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali fino ad un importo massimo complessivo di 5.000 euro per unità immobiliare.  

In tale ipotesi la detrazione spetta al singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Tra le spese agevolabili indicate sono comprese quelle di progettazione e manutenzione connesse all'esecuzione degli interventi ivi indicati.

PAGAMENTI E DETRAZIONE
La detrazione di cui al presente articolo spetta a condizione che i pagamenti siano effettuati con strumenti idonei a consentire la tracciabilità delle operazioni ed è ripartita in 10 quote annuali costanti e di pari importo nell'anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione