Trick or treat non solo in America

Con il termine Halloween ci si riferisce alla contrazione di All Hallows' Eve, la vigilia di Ognissanti, cioè la notte del 31 ottobre.
Le popolazioni europee di tradizioni celtiche celebravano in questo periodo la Festa di Samhain, momento di passaggio dalla fine di un ciclo e l'inizio di un altro, il periodo oscuro, La Notte del Grande Anno Terrestre; le persone entravano in un periodo dell'anno in cui avrebbero dovuto basare la loro sopravvivenza sulle provviste messe da parte nei mesi precedenti; era anche il momento in cui il confine tra il mondo dei defunti e quello dei viventi poteva diventare sempre più sottile, consentendo ai due mondi di entrare in contatto.

Halloween è ancora oggi celebrata in diversi paesi, ma è sentita in modo particolare in Nord America e Canada, dove le famiglie addobbano l'intera casa e preparano dolci per i bambini, le strade all'imbrunire brulicano di bambini che suonano ai campanelli: "Trick or treat?"

In Europa questa tradizione è meno sentita, ma negli ultimi anni la sua popolarità è cresciuta.
In Italia, in alcune regioni, la festa di Commemorazione dei morti è vissuta come momento in cui i bambini ricevono dai morti dolci e giocattoli.
In Austria le famiglie lasciano pane, acqua e una lampada accesa sul tavolo prima di coricarsi.
In Slovacchia, alla sera del 31 ottobre, le persone mettono le sedie davanti al caminetto: c' è una sedia per ogni membro della famiglia in vita ed una per ciascun defunto.
In Irlanda, paese a cui  molti attribuiscono la nascita della tradizione di Halloween, la festa è molto sentita ed è celebrata con falò, parate in costume al grido "trick-or-treat" .



Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione