In aiuto a chi deve effettuare la registrazione telematica

La Legge 26 aprile 2012 n.44, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 99 del 28 aprile 2012 ed entrata in vigore il 29 aprile 2012, ha convertito il Decreto Legge n. 16 del 2 marzo 2012, che ha modificato le disposizioni in materia di registrazione telematica dei contratti di locazione, la cui norma di riferimento è l'art. 5 del Decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2001 n. 404.


La novità introdotta dalla legge ha comportato  l’obbligo anche per gli agenti immobiliari di adottare unicamente la procedura di registrazione telematica dei contratti di locazione, impedendo, in tal modo, la possibilità di procedere alla registrazione attraverso l’accesso diretto agli uffici del Registro.

I contraenti -locatore e conduttore-, anche attraverso i loro delegati, potranno, invece, procedere con  la registrazione non telematica e quindi allo sportello, a meno che non possiedano più di dieci unità immobiliari -altra novità introdotta dalla legge, in quanto prima erano cento unità: in questo caso il locatore è tenuto ad adottare la procedura di registrazione telematica del contratto di locazione direttamente oppure tramite i soggetti delegati o gli incaricati della trasmissione di cui al comma 1. Attenzione: per unità immobiliare si intende subalterno: una persona intestaria di un appartamento e di un'autorimessa è proprietaria, quindi, di due unità immobiliari.

Per poter effettuare la registrazione telematica occorre scaricare dal sito www.agenziaentrate.gov.it il software gestionale Entratel e gli applicativi Siria, Iris e Contratti di Locazione.

L'applicativo Siria consente la compilazione del modello semplificato da utilizzare per la registrazione del contratto di locazione e l'esercizio dell’opzione per la cedolare secca.
E' utilizzabile dai contribuenti titolari dei contratti oggetto di opzione, nonché dagli intermediari abilitati.

L'applicativo Iris può essere utilizzato dalle parti contraenti per la registrazione dei contratti di locazione che hanno ad oggetto immobili ad uso abitativo locati per finalità abitative e per le relative pertinenze locate congiuntamente all’abitazione.

Per poter utilizzare  Iris il contratto di locazione deve avere le seguenti caratteristiche:

  • un numero di locatori non superiore a tre
  • nessuno dei locatori deve esercitare l’opzione per la cedolare secca 
  • un numero di conduttori non superiore a tre      
  • deve riguardare una sola unità abitativa ed un numero di pertinenze non superiore a tre 
  • tutti gli immobili devono essere censiti con attribuzione di rendita 
  • il contratto deve contenere esclusivamente la disciplina del rapporto di locazione e, pertanto, non deve comprendere ulteriori pattuizioni 
  • il contratto deve essere stipulato tra persone fisiche che non agiscono nell’esercizio di un’impresa, arte o professione 
  • il contratto non dà diritto alla riduzione della base imponibile per l’applicazione dell’imposta di registro
L'applicativo “Contratti di locazione” è composto da due distinte applicazioni:

  • Registrazione: consente la compilazione dei contratti per la registrazione telematica e calcola automaticamente le imposte da versare per la prima registrazione 
  • Pagamenti successivi:  consente il pagamento delle imposte di registro, di bollo e di eventuali interessi e sanzioni sia per le annualità successive sia per le proroghe, anche tacite, le cessioni e le risoluzioni dei contratti di locazione e di affitto di beni immobili registrati a partire dal 1° gennaio 1980. 
I tre applicativi hanno anche tre versioni web - Siria web, Iris web e Locazioni Web e consentono di procedere direttamente alla registrazione dei propri contratti di locazione e di affitto, senza la necessità di scaricare sul proprio personal computer alcun software di supporto. Chi deve registrare un contratto può farlo direttamente con tale procedura, dopo essersi autenticato ai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate (Fisconline o Entratel) inserendo le proprie “user id” e “password”.





Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione