Rimborso Imu: diffidate di chi vi chiede soldi



E' fresca di questi giorni la notizia della possibilità di godere del rimborso IMU in quanto tassa considerata incostituzionale per la violazione degli articoli 3, 47 e 53.
E proprio perchè i contribuenti hanno appena pagato e ancora piangono per aver vuotato il portafoglio, questa speranza si sta trasformando in una pretesa.
C'è chi cerca di trasformare questa aspettativa traendone vantaggi economici, ma, come ha già prontamente smentito qualche associazione dei consumatori, per fare domanda di un eventuale rimborso non bisogna versare alcun contributo.
In realtà la tassa non è ancora stata dichiara incostituzionale. L'ex  ministro Tremonti ha rilevato come questa tassa, senza i correttivi necessari, per forza di cose, si ripercuoterà sulla capacità contributiva dei cittadini in modo non del tutto proporzionale.
Se, tuttavia, l'IMU fosse dichiarata ufficialmente anticostituzionale, il procedimento per chiedere il rimborso consiste nel presentare un'istanza di rimborso all'Agenzia delle Entrate, relativa al versamento IMU 2012, allegando le quietanze dei pagamenti effettuati e una copia del documento di identità del contribuente.


Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione