Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2013

Niente bollo per l'Ape allegato ai contratti: chiarimenti dall'Agenzia delle Entrate

Immagine
L'Agenzia delle Entrate con la risoluzione 83/E del 22 novembre 2013 chiarisce i dubbi sui bolli e sull' imposta di registro per il certificato Ape, la cui allegazione è obbligatoria per gli atti di trasferimento a titolo gratuito, per i contratti di vendita e di locazione degli immobili.

In merito all'obbligo dell'allegazione dell'Ape al contratto, l'Agenzia delle Entrate specifica quanto segue:
i soggetti tenuti alla registrazione del contratto di locazione che possono avvalersi della registrazione in formato cartaceo, devono allegare il contratto nel momento in cui consegnano i documenti allo sportello dell'Agenzia delle Entrate.
I soggetti che sono tenuti alla registrazione telematica, il cui adempimento avviene  attraverso il software dell'Agenzia delle Entrate con Siria, Iris e Contratti di Locazione, poichè gli applicativi non prevedono l'invio di allegati, una volta registrato il contratto,  devono presentare l'allegato presso un uffici…

Contratto valido anche senza Ape

Il Consiglio dei Ministri deve approvare il disegno di legge recante "Disposizioni in materia di sviluppo economico
(collegato alla legge di stabilità 2014)".
La bozza provvisoria contiene, tra l'altro, le modifiche all'obbligo di allegare l'attestato di prestazione energetica (APE)   ai contratti di compravendita e di locazione,

Per quanto concerne le modifiche all'obbligo di allegare l'APE  ai contratti di compravendita e alle locazioni, con l'articolo 1 del provvedimento vengono introdotte ulteriori modifiche al D.Lgs. n. 192/2005 atte a mitigare la pena in caso di violazione dell'allegazione dell'APE, in quanto la nullità del contratto viene sostituita con l'applicazione di una sanzione   amministrativa pari a 500 Euro che è cumulabile con le sanzioni per la violazione dell'obbligo di dotare l'immobile di APE (art. 15 commi 8 e 9 del D.Lgs. n. 192/2005).