Sospesi i termini fino a dicembre per la Prima Casa

L'art. 24 del Dl 23/2020 aveva sospeso per 313 giorni i termini previsti dalla normativa sull'agevolazione per l'acquisto della Prima Casa in tutti quei casi in cui si fosse trattato di termini entro i quali il contribuente avrebbe dovuto tenere un comportamento attivo, come trasferire la residenza, vendere e/o comprare. 

Ora la scadenza al 31 dicembre 2020 è stata spostata al 31 dicembre 2021. Questo significa che i termini in corso al 23 febbraio 2020 sono sospesi e ricominciano a decorrere dal 1° gennaio del prossimo anno. Per quei periodi che avrebbero iniziato il proprio decorso tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2021, inizieranno il loro decorso dal 1° gennaio 20221.

Quindi, per chi acquista la Prima Casa, senza risiedere e/o lavorare nel Comune in cui è sito l'immobile, ha a disposizione 18 mesi per trasferire la propria residenza in tale Comune, a partire dalla data del rogito di compravendita. In questo caso, se il termine dei 18 mesi decorreva dal 23 febbraio 2020, il decorso del 18 mesi riprenderà il 1° gennaio 2022, mentre se avrebbe dovuto iniziare ta il 23 febbraio e il 31 dicembre di quest'anno, la sua decorrenza partirà dal 1° gennaio 2022.

Inoltre, chi vende la propria Prima Casa, comprandone un'altra entro un anno dalla data di rogito, beneficia di un credito di imposta, il quale è uguale all'imposta che è stata pagata in sede di vecchio acquisto, nei limiti dell'imposta da pagare in sede di nuovo acquisto. Quindi, se entro il 23 febbraio 2020, stava decorrendo il periodo annuale utile al riacquisto, questo termine riprenderà il proprio decorso a partire dal 1° gennaio 2022. Qualora l'atto di vendita fosse, invece, stato stipulato tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2021, il periodo per il riacquisto partirà dal 1° gennaio 2022.

Per quanto riguarda i contribuenti che vendono la Prima Casa, prima dei 5 anni dalla data di rogito in cui è stata acquistata, decade l'agevolazione se entro un anno non viene comprata un'altra casa da adibire ad abitazione principale. In questo caso, se al 23 febbraio 2020 fosse stato in corso questo periodo, esso viene sospeso fino al 31 dicembre 2021. Qualora, invece, la vendita infraquinquennale decorresse tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2021, per l'acquisto di una nuova Prima Casa, ci sarà tempo fino al 31 dicembre 2022.

Il proprietario di un'abitazione acquistata con agevolazione Prima Casa, può usufruire dell'agevolazione per l'acquisto di una nuova Prima Casa, qualora venda la prima entro e non oltre un anno dalla data di acquisto del secondo immobile agevolato. In questo caso, se il termine annuale decorreva al 23 febbraio 2020, esso cessa il suo decorso e lo riprenderà il 1° gennaio 2022. Nel caso in cui il nuovo acquisto fosse avvenuto o avvenisse tra il 23 febbraio 2020 e il 31 dicembre 2021, allora per vendere il termine ultimo sarà fissato al 31 dicembre 2022.

Photo Credits: Pinterest.it e Google Images

Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.




Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione