Detrai gli interessi passivi del mutuo nella dichiarazione dei redditi



Se hai richiesto e ottenuto un mutuo per acquistare casa, quando fai la denuncia dei redditi puoi sfruttare la detrazione Irpef del 19% degli interessi passivi sul mutuo e gli oneri accessori, fino a un importo massimo di 4.000€. La detrazione spetta a quei contribuenti che hanno acquistato una prima casa tramite mutuo e che presentano il Modello 730 o il Modello Unico.


Vi sono delle precise condizioni per poter usufruire della detrazione, quali:

  • l'immobile deve essere adibito ad abitazione principale entro un anno dall'acquisto
  • l'acquisto deve essere effettuato nell'anno precedente o successivo alla data di stipula del contratto di mutuo, non si tiene conto di questo periodo nel caso in cui l'originario contratto è estinto e ne viene stipulato uno nuovo di importo non superiore alla quota di capitale da rimborsare, maggiorata di spese e oneri correlati
  • in caso si acquisti un immobile locato, la detrazione spetta a condizione che entro 3 mesi dall'acquisto, venga notificato al locatario l'atto di intimazione di licenza o sfratto per finita locazione e che entro un anno dal rilascio l'immobile venga adibito ad abitazione principale
  • si può usufruire della detrazione non oltre il periodo d'imposta nel corso del quale è variata la dimora abituale (non vengono tenute in considerazione le variazioni dipendenti da trasferimenti per motivi di lavoro e delle variazioni dipendenti da ricoveri in istituti di ricovero o sanitari, a condizioni che l'unità immobiliare non risulti locata)
  • se l'immobile acquistato è oggetto di lavori di ristrutturazione, comprovata dalla concessione edilizia, si può usufruire della detrazione a decorrere dalla data in cui l'immobile  viene adibito a dimora abituale e comunque entro due anni dall'acquisto.
  • se il mutuo è contitolato o vi sono più contratti di mutuo, il limite di 4.000€ si riferisce all'ammontare complessivo degli interessi, oneri accessori e quote di rivalutazione sostenuti
  • la detrazione spetta nello stesso limite e alle stesse condizioni anche alla cooperativa o impresa costruttrice a titolo di rimborso degli interessi passivi, oneri accessori e quote di rivalutazione relativi a mutui ipotecari contratti dalla stessa o ancora indivisi
  • nel caso di mutuo intestato ad entrambi i coniugi, ognuno di essi può usufruire della detrazione in base alla propria quota di interessi, nel caso di coniuge fiscalmente a carico dell'altro la detrazione spetta a quest'ultimo per tutte e due le quote



Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione