16 ottobre: riparte la riscossione delle cartelle esattoriali

Tra pochi giorni, più precisamente il 16 ottobre, ricomincerà l'attività di accertamento e riscossione da parte dell'Agenzia delle Entrate. Il Governo, in seguito all'emergenza sanitaria, aveva infatti deciso di sospendere le cartelle esattoriali fino al 15 di ottobre. 

Ernesto Maria Ruffini, direttore dell'Agenzia, ha spiegato che a pagare di più saranno i cittadini, in quanto dei 18 milioni di soggetti che sono iscritti ruolo, 15 milioni sono persone non titolari d'impresa, cittadini con cartelle per multe o simili, e circa 3 milioni sono imprese. Il direttore dell'Agenzia delle Entrate ha inoltre sottolineato che la ripresa non sarà immediata, ma progressiva e nel corso dei mesi si andrà diluendo e smaltendo gli arretrati, ma riprenderà, al tempo stesso, l'attività ordinaria. 

Dal 16 di ottobre quindi riprenderanno gli accertamenti esecutivi e le ingiunzioni. Si tratterà di versamenti delle quote richieste nelle cartelle di pagamento, avvisi di addebito e avvisi di accertamento, rate dei piani di dilazione con scadenza tra l'8 marzo e il 15 ottobre. L'Agenzia delle Entrate potrà riprendere le azioni di riscossione, quali pignoramenti, ipoteche e fermi amministrativi. Potranno inoltre essere inviare le notifiche di nuove cartelle. 

Photo Credits: Google Images e Pinterest.it

Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.


 



Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Locazione parziale: un po' di chiarezza su questo contratto

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione