Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2020

Condizionatore: come risparmiare sulla bolletta?

Immagine
Per poter ottenere un po' di risparmio in bolletta in merito all'uso del condizionatore, esistono alcuni accorgimenti che oltre a consentire spese minori permetteranno di aumentare l'efficienza del dispositivo e garantiranno ambienti più salubri, senza dover necessariamente sostituire l'impianto con uno più recente. 
Il risparmio in bolletta passa dalla manutenzione del condizionatore. Occorre sottolineare che la pulizia del climatizzatore andrebbe ripetuta almeno due volte all'anno. Se il vostro impianto è solo condizionatore allora vi basterà pulirlo a inizio e a fine estate; se invece avente un impianto con pompa di calore il consiglio è quello di pulirlo anche a inizio e fine inverno. 
Assicuratevi che su griglie e filtri non vi siano incrostazioni di sporco, inoltre, per quanto riguarda i filtri, controllate che non debbano essere sostituiti. Il motore esterno può essere lavato con un panno umido e sapone. Una volta all'anno inoltre bisognerebbe far fare a u…

Bollette luce e gas, aggiornate le tariffe fino a settembre

Immagine
Vi sono alcune novità in materia di tasse e normative per quanto riguarda le tariffe di luce e gas. 
Dopo i ribassi che erano stati applicati nel secondo trimestre, in seguito all'emergenza sanitaria, l'Arera ha annunciato che a partire dall'inizio di luglio le bollette subiranno nuovamente delle variazioni. Da un lato si assisterà a un calo del 6,7% per quanto riguarda il gas, mentre dall'altro vedremo un aumento del 3,3% per la bolletta dell'elettricità. 
L'incremento delle tariffe dell'elettricità è strettamente collegato ai costi di funzionamento del sistema. Per tenere monitorati i consumi, consigliamo di leggere sempre con molta attenzione le voci in bolletta, accertandosi di pagare solo quanto si deve. Alle spese fisse, quali oneri di sistema e costo della materia prima, si aggiungono altre imposte, come il canone Rai, e i consumi effettivi, i quali andrebbero controllati con frequenza mediante autolettura. 
Nello specifico l'autolettura comunica i …

La Rubrica di Valeria: presentare casa al meglio e venderla più facilmente

Immagine
Vuoi vendere casa e sei in cerca di consigli per presentarla al meglio? In questo post abbiamo raccolto alcune idee per rendere la tua casa più interessante agli occhi di un possibile acquirente. 
Innanzitutto ti consigliamo di rivedere l'illuminazione, la quale è sicuramente uno dei primi elementi che consentono di migliorare l'aspetto della tua casa. Basta poco: cambiando qualche lampadina scegliendo quelle più luminose e sfruttando la luce naturale senza ostacolarla con tendaggi e persiane. 
Il secondo passo è quello di ritinteggiare casa con tinte neutre, senza eccedere con colori allegri e brillanti, questo renderà più accogliente l'immobile, dando una sensazione di calore. 
Con alcuni accorgimenti potrai aumentare lo spazio degli ambienti, rendendo le stanze più spaziose, cambiando ad esempio la disposizione dei mobili o eliminando paretine divisorie. 
Presta attenzione ai dettagli del bagno e della cucina, infatti si tratta degli ambienti più critici di un'abitazion…

Chiarimenti per cappotto termico e distanze dai confini

Immagine
Con la sentenza 15698/2020, la Cassazione fornisce spiegazioni in merito al cappotto termico e le distanze dai confini, in tema di Ecobonus al 110%.
Nello specifico il caso riguardava i proprietari di un terrazzo e il condominio a esse adiacente, nel quale stava avvenendo un intervento per la realizzazione del cappotto termico sull'involucro dell'edificio. Per i proprietari del terrazzo, l'opera, con spessore di 10 cm aveva causato uno sconfinamento nella loro proprietà. Invece, a parere del rappresentante del condominio, il cappotto posizionato a un metro di altezza dal piano di calpestio del terrazzo, consentiva quindi a quest'ultimo di restare libero. Inoltre sulla facciata del condominio era dapprima presente una tubazione, quindi il cappotto termico non recava alcun danno ai proprietari del terrazzo.  
In base all'art. 840 del Codice Civile il proprietario del suolo non si può opporre ad attività svolte da terzi a tale profondità nel sottosuolo o a tale altezza …

Aumento della soglia per i pagamenti contactless

Immagine
A partire dal 1° gennaio 2021, verrà alzata la soglia per i pagamenti contactless che non richiedono l'inserimento del codice PIN. Questo per incentivare i metodi di pagamento tracciabili oltre che per cercare di ridurre i rischi di contagio da Covid19. 
Dal prossimo anno viene raddoppiata la somma che potrà essere pagata con contactless, passando da un massimo di 25€ a un massimo di 50€; si tratta di una misura che va incontro ai bisogni dei consumatori, garantendo un metodo di pagamento sicura, rapido e semplice. 
I principali circuiti di pagamento presenti in Italia, come Visa, Mastercard e Bancomat, si impegnano a guidare questo cambiamento, che porterà a un grande miglioramento nella vita quotidiana dei consumatori.
La soglia massima dei pagamenti con contactless è stata portata a 50€ già in diversi paesi in seguito all'emergenza sanitaria dovuta dal Covid19, per poter limitare il contatto con i dispositivi di pagamento digitando il codice PIN e per disincentivare l'util…

Proroga per tutto il 2020 per i documenti di identità in scadenza

Immagine
Con il Decreto Rilancio, il quale è stato recentemente convertito in legge, viene stabilita la proroga fino al 31 dicembre 2020 per la validità dei documenti di riconoscimento in scadenza al 31 gennaio 2020. 
Nello specifico, la misura è stata adottata per ridurre il numero di persone all'interno degli uffici pubblici, contrastando così gli assembramenti. Il Decreto Cura Italia, inizialmente, aveva esteso la proroga solamente fino al 31 agosto. 
La misura si riferisce a: carta di identità o altridocumenti che abbiano una fotografia del titolare, rilasciati su supporto cartaceo, informatico o magnetico da una pubblica amministrazione, sia essa italiana o straniera, e che consenta l'identificazione del proprietario. documento analogo alla carta di identità elettronica, rilasciata dal Comune, fino al compimneto della maggiore età.Occorre ricordare che ai fini del riconoscimento di identità, sono considerati validi anche documenti come il passaporto, la patente di guida e la patente …

Sospensione del mutuo: chiarimenti sul silenzio assenso

Immagine
L'Abi, Associazione bancaria italiana, tramite la lettera circolare del 27 Luglio ha fornito alcuni chiarimenti sul tema della sospensione del mutuo per l'acquisto della prima casa e sul silenzio assenso. 
Come si ottiene la sospensione del mutuo? Chi possiede i requisiti necessari per accedere al Fondo deve presentare la domanda di sospensione alla propria banca, la quale, grazie alle novità introdotte dal Decreto Liquidità potrà verificare la completezza e la regolarità formale dei documenti presentati. A questo punto vengono immediatamente sospesi gli addebiti delle rate del mutuo e viene inoltrata la richiesta a Consap, la società pubblica che gestisce il Fondo per conto del Mef. 
Consap esamina quindi la domanda e comunica la risposta entro 20 giorni, oltre i quali la domanda viene considerata accettata per silenzio assenso. Qualora la richiesta venisse rigettata prima dei 20 giorni, l'istituto bancario ricomincerà ad addebitare le rate del mutuo partendo da quella imme…