Bonus vacanze: l'Agenzia delle Entrate spiega come funziona

L'Agenzia delle Entrate, con la circolare 18/E, spiega come funziona il bonus vacanze.

Innanzitutto la domanda per richiedere il buono, deve essere inoltrata mediante l'App Io, tramite questa sarà possibile verificare se il richiedente ha tutti i requisiti necessari per poter usufruire del bonus. Qualora la richiesta fosse ritenuta valida sarà comunicato l'importo massimo dell'agevolazione e l'elenco dei componenti del nucleo famigliare che potranno usufruirne. 

La circolare dell'Agenzia fornisce spiegazioni in merito all'individuazione delle strutture ricettive che accettano il bonus vacanze. Queste strutture sono quindi: alberghi, hotel, pensioni, motel, aparthotel, bed&breakfast, resort, villaggi, case e appartamenti vacanze, ostelli, rifugi di montagna, chalet, colonie, residence e cottage.

Per quanto riguarda le prestazioni che provengono da differenti fornitori, il bonus vacanze non può essere utilizzato. Ad esempio, durante il soggiorno presso una struttura con fattura emessa da un primo fornitore è possibile includere nel bonus la fruizione dei servizi balneari solo se la fattura viene emessa dal medesimo fornitore. 
Si può utilizzare il bonus anche qualora il soggiorno fosse stato prenotato mediante tour operator e agenzie viaggio.

Quelle strutture che si offrono di accettare il bonus vacanze, recupereranno lo sconto mediante un credito di imposta di pari importo, il quale sarà fruibile solo in compensazione, mediante i servizi telematici dell'Agenzia, a partire dal giorno lavorativo immediatamente successivo alla conferma dell'applicazione dello sconto. In alternativa, se non si vuole utilizzare il credito in compensazione, con il medesimo termine è possibile cederlo, anche in parte, a terzi, anche diversi da fornitori di beni e servizi, a banche o intermediari finanziari. La comunicazione della cessione deve avvenire tramite la piattaforma dell'Agenzia delle Entrate, in un'apposita sezione riservata. A sua volta, il cessionario, potrà utilizzare il credito di imposta tramite le medesime modalità osservate dal cedente, previa conferma della cessione che deve essere comunicata tramite la piattaforma.


Photo Credits: Google Images e Pinterest.it


Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.

Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Locazione parziale: un po' di chiarezza su questo contratto

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione