Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2020

Emilia Romagna: 15 milioni in aiuto per gli affitti

Immagine
La regione Emilia Romagna ha stanziato un bonus affitto fino a 1.500€ per soggetti e famiglie in difficoltà a causa dell'emergenza Covid19. Si tratta di un piano della regione, atto a contrastare la crisi economica e che verrà approvato dalla giunta regionale nella prossima seduta.

Per i proprietari degli immobili in affitto che hanno accettato di procedere con la riduzione di canone per i propri inquilini o che hanno cambiato il contratto stipulandone uno a canone concordato oppure che affittano un immobile vuoto, la regione Emilia Romagna ha stanziato un contributo che va dai 2.000€ a 3.000€.

Il piano di aiuto viene esteso a studenti universitari che sono iscritti in atenei della regione e a chi si trova in una situazione di difficoltà, quindi per nuclei famigliari che abbiano un reddito Isee inferiore ai 3.000€. 

I requisiti per accedere a questo contributo sono un Isee 2020 che non superi i 35.000€ e avere un regolare contratto di affitto in un comune della regione Emilia Romagna…

Decreto rilancio: gli aiuti previsti per le imprese

Immagine
Il Decreto Rilancio prevede alcuni aiuti dedicati alle imprese; vediamo nello specifico di che cosa si tratta.

Abolizione IRAP
Non è dovuto il versamento del saldo 2019 e e della prima rata dell'acconto 2020 (l'importo della prima rata dell’acconto 2020 è comunque escluso dal calcolo dell'imposta da versare a saldo per lo stesso periodo d'imposta; resta fermo il versamento dell’acconto per il 2019). I destinatari sono i lavoratori autonomi e gli imprenditori che abbiano ricavi o compensi non superiori ai 250 milioni di euro nel periodo di imposta precedente. Sono escluse le amministrazioni pubbliche, le imprese di assicurazione e gli intermediari finanziari e le società di partecipazione. Il beneficio è applicabile nel rispetto dei limiti e delle condizioni che sono previsti dalla Comunicazione della Commissione europea del 19 marzo.

Contributo a fondo perduto
Si tratta di un contributo a fondo perduto al fine di sostenere i soggetti colpiti dall’emergenza; nello specifico…

Superbonus al 110%, come funziona e cosa comporta

Immagine
Con il Decreto Rilancio (19 maggio 2020, n. 34) arriva il Superbonus 110%, riguardante gli interventi di risparmio energetico più impegnativi. 

Nello specifico la detrazione del 110% è prevista per interventi che riguardano l'isolamento termico di superfici opache orizzontali e verticali, interventi su impianti centralizzati per riscaldamento, raffrescamento e fornitura di acqua calda, impianti a pompa di calore, impianti ibridi o geotermici abbinati al fotovoltaico, interventi che prevedono materiali isolanti in rispetto ai criteri minimi ambientali. Inoltre viene previsto il Superbonus per interventi che migliorino le prestazioni dell'immobile di almeno due classi energetiche (dimostrabili tramite APE) e per l'installazione di impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo.

Il bonus spetta per le spese documentate sostenute a partire dal 1 luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021 e verrà ripartito in 5 rate annuali di pari importo. La spesa massima detraibile è pari a 60.000€.

Gra…

Guadagnare una stanza in più: come chiudere il balcone

Immagine
Vuoi allargare la tua abitazione? Se disponi di un balcone, potresti pensare di chiuderlo per creare una stanza in più da utilizzare nei modi più disparati, inoltre ti permetterà di sfruttare il tuo balcone 12 mesi all'anno. 

Prima di tutto dovrai consultare un professionista del settore edile, per capire bene come muoverti, tenendo in considerazione il piano urbanistico della zona in cui si trova il tuo immobile. Inoltre occorre informarsi in merito alla normativa locale, per quanto riguarda chiusure dei balconi e ampliamenti. 

Esistono diverse soluzioni per la chiusura dei balconi; tra le più comuni vediamo sicuramente le tende in pvc e le vetrate scorrevoli. Le vetrate smontabili sono sicuramente la scelta più semplice, in quanto sono a norma di legge e non necessitano di autorizzazioni.

Le vetrate panoramiche sono progettate appositamente per gli esterni e sono più resistenti rispetto al vetro classico, inoltre hanno una grande potenzialità ornamentale. Quelle senza profili in al…

Vendere la casa è un'arte? Forse non del tutto

Immagine
Per vendere una casa non ci si può improvvisare. C'è chi pensa che sia sufficiente pubblicare un annuncio e fare tante  visite... non è proprio così. Il mercato dell'immobiliare e le normative che sono state introdotte dopo la  legge 39/89 hanno modificato il settore della casa, che richiede sempre più di essere gestito da persone formate e competenti per evitare spiacevoli sorprese e inutili perdite di tempo. Il primo passo è sicuramente quello di un'adeguata valutazione, che non può prescindere dalla verifica della documentazione e dei certificati: questo passaggio è spesso lasciato per ultimo ma costituisce un elemento fondamentale per raccogliere informazioni sui reali metri quadri dell'immobile - spesso cantine sottotetti sono proposti come superfici abitabili - su spese condominiali deliberate, detrazioni fiscali in corso, prelazioni, classe energetica, servitù, ipoteche o pignoramenti in corso e soprattutto sui titolari dei diritti di proprietà. La fase successiva c…

Sospensione delle imposte per le nuove registrazioni

Immagine
Viene introdotta dal Decreto "Cura Italia" la sospensione del versamento delle imposte per la registrazione di preliminari di compravendita e di contratti di locazione. 

Il Decreto specifica che vengono sospesi gli adempimenti diversi dai versamenti e diversi dall'effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all'addizionale regionale e comunale, con scadenza tra l'8 marzo e il 31 maggio 2020. L’articolo 62 del Decreto del 17 marzoconsente di posticipare a giugno la registrazione contrattuale e il versamento del dovuto senza ricorrere in sanzioni.



Quindi, se il termine per la prima registrazione scade tra l'8 marzo e il 31 maggio, il contribuente può usufruire della sospensione dei termini e quindi potrà far fronte all'adempimento entro il 30 giugno 2020. Si tratta pertanto di una sospensione temporanea e nel caso di risoluzioni, proroghe, cessioni o subentri l'imposta di registro seguirà le normali scadenze, quindi il contribuente…

La bozza del regolamento per la nuova IMU

Immagine
L'Istituto per la Finanza e l'Economia Locale (Ifel) ha pubblicato un nuovo schema di regolamento Imu e di delibera consiliare e di approvazione delle aliquote per l'anno 2020, con le modifiche effettuate dalla Legge di Bilancio 2020, la quale prevede l'assorbimento della Tasi all'interno dell'Imu.

La "nuova" Imu quindi rappresenta una semplificazione per i contribuenti e per gli stessi Comuni, in quanto viene eliminato il doppio versamento, il quale è fondato sulla stessa base imponibile e sugli stessi contribuenti. Permette inoltre ai Comuni l'attivazione di facoltà  che permettono una gestione del prelievo ordinata ed efficace, oltre che consentire ai sindaci di decidere se annullare il prelievo su immobili come castelli e abitazioni di pregio.

Lo schema della nuova Imu 2020 ha come obiettivo quello di fornire tutte le soluzioni che ogni ente può adottare, nei limiti di quanto previsto da regolamento. 

Consulta gli schemi di regolamento sul sito d…

Credito d'imposta per affitto dei negozi

Immagine
L'Agenzia delle Entrate chiarisce, tramite la circolare 11/E del 6 maggio, alcuni punti del credito d'imposta per botteghe e negozi (bonus affitti) previsto dall'articolo 65, comma 1, del DL 17 marzo 2020, n.18.

Nello specifico, l'Agenzia delle Entrate fornisce alcuni chiarimenti grazie alla circolare, riguardanti il canone di locazione dell'unità principale e dell'eventuale pertinenza e le spese condominiali dell'immobile in oggetto.

Per quanto riguarda il canone di locazione, l'Agenzia delle Entrate specifica che è possibile usufruire del credito d'imposta per botteghe e negozi, sia per quanto riguarda il negozio, con categoria C/1, sia per la pertinenza, in quanto la pertinenza è, di fatto, un accessorio rispetto all'immobile principale, quindi il credito d'imposta deve essere calcolato sull'intero canone.L'Agenzia specifica però che la suddetta pertinenza deve essere utilizzata per lo svolgimento dell'attività.

Riguardo alle spe…

10 milioni per i giovani che acquistano casa sull'Appennino

Immagine
La regione Emilia-Romagna ha messo a disposizione 10 milioni di euro a fondo perduto utilizzabile in 119 Comuni montani dell'Appennino.

Il bando è rivolto agli under 40, siano essi giovani coppie, famiglie o single, che intendono acquistare e/o ristrutturare una casa nei Comuni montani dell'Appennino, per sostenere lo sviluppo di questi Comuni e contrastarne lo spopolamento. 

Le domande per il bando dovranno essere presentate a partire dal 15 settembre 2020, fino al 15 ottobre. Nello specifico si tratta di un contributo che va dai 10.000€ ai 30.000€ da utilizzare per l'acquisto di immobili esistenti senza il consumo di suolo e per la ristrutturazione. 

Il presidente della regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, ha spiegato che, qualora la richiesta media si aggirasse intorno ai 20.000€, questo vorrebbe dire che si avranno circa 500 interventi nei comuni montani dell'Appennino. Inoltre ha aggiunto: "Abbiamo puntato sulla bassa soglia di età per guardare al futuro. …

Consulta Intermediazione Immobiliare: lettera a Conte

Immagine
La Consulta Interassociativa Nazionale dell’Intermediazione Immobiliare, Costituita da Anama, Fiaip e Fimaa, ha scritto al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte per richiedere un intervento tempestivo che vada a tutelare il lavoro delle agenzie immobiliari.

Nello specifico, la Consulta, ha chiesto la correzione della FAQ pubblicata sul sito del Governo che prevede che i sopralluoghi dei mediatori immobiliari con i clienti presso immobili in vendita o da locare potranno essere effettuati solo nel caso in cui gli immobili in oggetto siano effettivamente disabitati. Così facendo, è stato stimato che l'attività delle agenzie immobiliari si riduca del 70-80%.

La lettera firmata dai presidenti di Anama, Fiaip e Fima afferma: "Si tratta di una valutazione che consideriamo in tutta sincerità priva di logica, oltre che inopportuna per la nostra categoria e per i consumatori. Se la Fase 2 deve significare riavvio responsabile di quelle attività produttive che sono state inserite nell’a…

Agenzie immobiliari: chiarimento del Governo

Immagine
Il DPCM del 26 aprile 2020, ritiene le attività immobiliari (comprese quelle di mediazione immobiliare) tra quelle che non rientrano nella sospensione. 

Per questo motivo, spostarsi per recarsi presso un'agenzia di intermediazione immobiliare o spostarsi per effettuare un sopralluogo presso un immobile da affittare o da acquistare, viene considerata una ragione legittima di spostamento.
Sul sito del Governo, nella sezione FAQ inerente alla Fase 2 dell'emergenza COVID-19, viene altresì specificato che, qualora l'immobile da acquistare o locare fosse abitato, non è possibile per l'agente immobiliare e i clienti effettuare il sopralluogo. Si evince quindi che le visite immobiliari, al momento, possono effettuarsi solamente presso unità immobiliari disabitate.
Photo Credits: Google Images
Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.