La Rubrica di Valeria: comportamenti per un abitare green

Il tema caldo di questi ultimi anni è sicuramente quello della tutela dell'ambiente e dell'ecologia. Gli italiani si stanno adoperando per ridurre il proprio impatto ambientale, adottando comportamenti ecosostenibili anche all'interno delle mura di casa. Vediamo quindi qualche accorgimento per essere più "green" quando siamo in casa.




1. Efficienza energetica
Già 16 milioni di italiani hanno scelto di sostituire un elettrodomestico di vecchia generazione, con uno di classe energetica superiore, probabilmente incentivati anche dalle detrazioni fiscali. Circa 14 milioni, invece, sono gli italiani che hanno eseguito interventi di efficientamento energetico nella propria casa. Che si tratti di interventi per l'installazione di un cappotto termico o l'installazione di termo valvole, piuttosto che la sostituzione degli infissi, sono tutti accorgimenti che consentono di gravare meno sull'ambiente, ma anche di risparmiare riducendo i costi in bolletta.


2. Prestare attenzione agli sprechi
Attenzione a tutti quelli che possono essere considerati sprechi inutili di energia, un accorgimento che non solo aiuterà l'ambiente ma anche il vostro portafoglio. Qualche esempio? Spegnete sempre le luci quando non vi servono, cercate di ridurre al minimo i materiali di scarto, utilizzate prodotti riciclabili, assicuratevi che le spie dei vostri elettrodomestici siano spente, togliete i caricabatterie dalle prese quando non li utilizzate e tanti altri piccoli accorgimenti.


3. Spesa bio
Cerchiamo di ridurre al minimo l'acquisto di prodotti con packaging di plastica, mentre quando possibile prediligiamo alimenti bio e/o a chilometro 0 e prodotti sfusi, in modo da non dover smaltire inutili contenitori. Per quanto riguarda il vestiario e l'oggettistica tanti italiani scelgono il "second-hand": oltre che gravare meno sull'ambiente, il vintage ha sempre il suo fascino!


4. Autoproduzione
In città prendono sempre più piede gli orti urbani e gli orti domestici, dando la possibilità a tanti di coltivare direttamente i propri ortaggi e la propria frutta. Abitate in un appartamento e non disponete del giardino? Nessun problema (come abbiamo visto in questo post): terrazzi e balconi si prestano alla coltivazione di numerose verdure, un'ottima soluzione per godere di alimenti a km zero! Anche se disponete di uno spazio ridotto, questo non vi impedisce di organizzare gli ortaggi in vasi e fioriere, a condizione che siano abbastanza capienti per contenere la terra necessaria a far crescere bene le verdure. 


Photo Credits: Pinterest.it


Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.



Commenti

Post popolari in questo blog

Locazione parziale: un po' di chiarezza su questo contratto

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Proroga contratto di locazione: imposta minima di 67 euro