Cedolare secca: tutte le specifiche per il 2020

Nel 2020 vengono introdotte alcune novità in tema di cedolare secca, il regime facoltativo per i contratti di locazione che consiste in un'imposta sostitutiva dell'Irpef e delle addizionali per i redditi derivanti dalla locazione di un immobile.

Per quanto riguarda i contratti di locazione ad uso residenziale a canone libero, anche per il 2020 il regime della cedolare secca resta invariato, quindi resta la cedolare al 21%.

Per quanto riguarda le locazioni brevi, ovvero quei contratti che hanno durata non superiore ai 30 giorni, è possibile applicare la cedolare secca al 21%. In realtà su questo fronte vi è un contenzioso per il fatto che la ritenuta non viene applicata dai portali che si occupano di locazioni di questo tipo. Il 18 settembre 2019 il Consiglio di Stato ha rinviato la questione alla Corte di giustizia europea; nell'attesa che venga presa una decisione i proprietari di immobili locati che si vedono accreditare il canone di affitto senza ritenuta non sono a rischio sanzione, ma hanno l'onere di pagare le imposte. 

I contratti a canone concordato (3+2) possono, anche per l'anno 2020, godere ancora della cedolare secca al 10%, la quale è stata confermata senza scadenze. I contratti a canone concordato interessano i Comuni ad alta intensità abitativa e i Comuni indicati nella delibera del Cipe, secondo le intese locali tra i sindacati degli inquilini e le sigle della proprietà edilizia.

Per quanto riguarda le locazioni degli immobili commerciali, appartenenti quindi alla categoria catastale C/1, la cedolare non viene prorogata per il 2020. Resta attiva per gli immobili ad uso commerciale che sono stati locati entro e non oltre il 31 gennaio 2019.

Nel caso dei Comuni colpiti da calamità naturali per il 2020 viene riconfermata la cedolare secca al 10% sulle locazioni abitative a canone concordato.

Photo Credits: Pinterest.it


Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.


Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Locazione parziale: un po' di chiarezza su questo contratto

Proroga contratto di locazione: imposta minima di 67 euro