La Rubrica di Valeria: manutenzione e pulizia del parquet

Il parquet è un classico delle nostre case, elegante e sempre di effetto. Ma come pulirlo per mantenerlo sempre al massimo della sua bellezza? Tra graffi, umidità e urti non sempre è facile prendersi cura del nostro pavimento in legno; vediamo quindi qualche consiglio utile per pulire al meglio il nostro parquet e conservarlo in ottimo stato.

Innanzitutto è fondamentale sapere che i graffi e le irregolarità nel parquet sono del tutto normali, si tratta infatti di una superficie che deve essere calpestata, quindi è impossibile mantenerla in condizioni perfette. Per questo motivo, se non riuscite a sopportare qualche segno qua e là vi conviene scegliere una soluzione diversa dal parquet per la vostra casa, come ad esempio il gres effetto legno.

Tenete in considerazione che un materiale come il legno, per natura, attira umidità e quindi tende a gonfiarsi, e al contrario la perde se manca quel grado necessario di umidità. Per questo motivo dove prestare molta attenzione proteggendo il vostro parquet da sole, acqua, funghi e insetti; in particolare, durante la stagione estiva non esponetelo alla luce diretta del sole.

Innanzitutto devi sapere quale vernice copre il tuo pavimento, dato che ne esistono di diversi tipi, tra i quali alcuni resistenti all'acqua. Un'altra cosa di fondamentale importanza è capire se il tuo parquet è incollato, ossia attaccato al pavimento, oppure se è galleggiante, quindi non incollato, il quale può essere multistrato oppure laminato. 

Nel caso in cui il vostro pavimento in legno fosse laminato, se è sintetico potete utilizzare l'aspirapolvere con l'apposita spazzola e ogni tanto lavarlo con acqua e sapone neutro. Per quanto riguarda i multistrato, invece, conviene utilizzare la scopa, sicuramente meno invasiva dell'aspirapolvere, e con cadenza settimanale passate l'acqua drenata con un apposito prodotto che vada bene con il tipo di vernice del vostro parquet. Quando sei in presenza di macchie ostinate, rimuovile utilizzando l'alcol o l'acetone. 

Quando ci troviamo in presenza di un pavimento in legno massiccio invece, occorre prestare ancora più attenzione. Se sono presenti delle macchie importanti, rimuovile con un panno inumidito con acqua fredda e sapone a pH neutro. Per quanto riguarda la pulizia quotidiana basta passare un panno o un mocio in microfibra a secco, mentre settimanalmente aspirate la polvere e lavatelo con un panno in microfibra bagnato con acqua fredda e aceto.

Vediamo alcuni trucchi per rimuovere differenti tipi di macchie.
L'aceto è sicuramente la soluzione ideale per numerosi tipi di macchie che possono sporcare il nostro parquet, fate attenzione però: dovete sempre diluirlo. Nel caso in cui il vostro parquet si macchiasse di sangue, vi basta utilizzare uno spray detergente per i vetri sulla macchia e rimuoverla con un panno inumidito in acqua calda. Se si tratta di macchi di grasso invece, inumidite un panno con la vodka e strofinate la macchia effettuando movimenti circolari. La farina di mais, lo zucchero, il sale e la cenere sono tutti prodotti particolarmente adatti per la rimozioni di macchie di liquidi.

Photo Credits: Pinterest.it


Visita https://www.serviziimmobiliari.eu/ per scoprire i nostri servizi per la gestione fiscale delle locazioni.

Commenti

Post popolari in questo blog

Locazione parziale: un po' di chiarezza su questo contratto

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Proroga contratto di locazione: imposta minima di 67 euro