Agevolazioni fiscali Irpef riguardanti la casa - Bonus ristrutturazione, Ecobonus, Sismabonus e Bonus Mobili ed Elettrodomestici

Come visto nel primo post sono diverse le agevolazioni fiscali in materia edilizia e detrazioni casa che la legge di bilancio 2019 ha prorogato e messo a disposizione dei contribuenti.
In questo secondo articolo poniamo l'attenzione ancora una volta sui bonus di cui si può usufruire e che permettono di ottenere importanti sconti sui lavori e sugli interventi di manutenzione che vengono realizzati sugli immobili.

Il bonus ristrutturazioni 2019 prevede uno sgravo fiscale del 50% fino ad un importo massimo di 96.000€ ripartito in dieci anni. Questo bonus è fruibile nel caso in cui si eseguano ristrutturazioni edilizie, risanamenti conservativi, restauri ed interventi di manutenzione straordinaria. Ricadono ad esempio in questa categoria i lavori di ricostruzione degli immobili danneggiati, bonifica dall'amianto degli edifici, interventi di risanamento delle facciate ecc...

Per Ecobonus si intende invece l'agevolazione fiscale fruibile da parte di chi esegue interventi mirati a migliorare le prestazioni energetiche degli edifici. Per interventi di riqualificazione generale, per installazione di caldaie a pompa di calore o condensazione di classe A, per lavori di coibentazione e isolamento termico o per l'installazione di pannelli solari termici o fotovoltaici la detrazione Irpef è del 65%.
Se invece si installano tende da sole, finestre e infissi, generatori ecologici a biomassa e caldaie a termoregolazione non evolute l'agevolazione si abbassa al 50%.

Nella legge di bilancio 2019 è presente anche il Sismabonus che garantirà uno sgravo fiscale di almeno il 70% per chi eseguirà interventi edilizi antisismici che permetteranno di abbassare la classe di rischio terremoti di immobili residenziali, commerciali ed industriali.
Per godere di questo beneficio è necessario che l'immobile si trovi in un'area di classe di rischio 1, 2 o 3. L'importo massimo da portare in detrazione è pari a 96.000€.

Infine anche per chi acquista arredi e grandi elettrodomestici di classe energetica A+ può usufruire fino ad un massimo di 10.000€ di spesa una detrazione del 50%.
Per accedere al bonus Mobili ed Elettrodomestici è necessario pagare i mobili tramite bonifico bancario, postale, carta di credito o di debito.


Photo Credits: Pinterest.it


Commenti

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Locazione parziale: un po' di chiarezza su questo contratto

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione