Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2018

Tante idee per le vacanze invernali 2018!

Immagine
Dicembre è ormai alle porte e con l'inizio del mese natalizio, si inizia a pensare alle vacanze invernali di quest'anno e ai posti in cui trascorrerle. Qui di seguito vi daremo alcune idee per scegliere le mete invernali, sia per chi potrà trascorrere vacanze lunghe, sia per chi avrà meno giorni di vacanza.
Le mete per trascorrere le vacanze al caldo
Iniziamo dalla destinazione al top di questa classifica: le Filippine! Il periodo che va da dicembre a gennaio è infatti il migliore per visitare proprio questo arcipelago con più di settemila isole, tra cui l'isola di Pawan, la più conosciuta e più bella, a detta dei turisti.
Un'altra idea potrebbe esser Cuba, in quanto i mesi migliori per visitarla vanno da novembre ad aprile. Le temperature sono più che miti, con massime di 24° e minime di 15°. Inoltre, nella stupenda isola, è molto più importante festeggiare Capodanno piuttosto che Natale: inizierete il nuovo anno con tanta musica, balli vari e tantissimo buon cibo.  Spost…

I soggetti che possono optare per la tassazione della cedolare secca

Immagine
I soggetti che possono usufruire della cedolare secca sono due: i locatori e i conduttori. Occorre poi specificare che bisogna considerare quali sono gli immobili su cui si può applicare la cedolare secca  nel contratto di locazione. Vediamo nel dettaglio questi tre aspetti.
I locatori che posso optare per la scelta della cedolare secca
Questi soggetti devono essere persone fisiche che hanno la possibilità di concedere in locazione immobili ad uso abitativo e non commerciale.
Vediamo dunque i due casi in cui si può usufruire della cedolare secca: quando una persona fisica che non esercita un'attività d'impresa, arte professione concede in locazione un immobile ad uso abitativo e relative pertinenze;quando una persona fisica concede in locazione un immobile ad uso abitativo a cooperative edilizie per la locazione o enti senza scopro di lucro, con lo scopo di subaffittare gli immobili a studenti universitari e darne la disposizione ai comuni.Non possono invece usufruire della cedola…

Imu e tasi 2018: scadenza il 17 dicembre per il saldo

Immagine
Entro il 17 Dicembre 2018 occorre procedere con il pagamento della prima o unica rata dell'IMU e della TASI, per chiunque sia in possesso di immobili diversi da quelli per i quali sono state previste delle specifiche esclusioni ed esenzioni da parte del Comune nel quale sono ubicati.

Quindi per entrambe va eseguito il calcolo dell'importo sulla base delle nuove aliquote deliberate dal Comune, o con le aliquote dell'anno scorso per quei Comuni che non hanno provveduto a deliberarle e a comunicarle al Mef entro il 14 ottobre 2018. 

L'IMU è dovuta da chi è proprietario di case di lusso, quindi appartenenti a categorie catastali A/1, A/8 e A/9, chi è proprietario di seconde case, di immobili commerciali, negozi, terreni e aree edificabili.
L'esenzione riguarda chi è proprietario di prime case non di lusso e le relative pertinenze, fabbricati rurali strumentali e terreni in comuni montani. 

La TASI deve essere versata da chi utilizza l'immobile, in quanto si tratta di u…

Disdetta canone Rai 2019: come procedere?

Immagine
Il 2018 sta lentamente giungendo al suo termine e per non ritrovarsi ad inizio 2019 a pensare alle spese che competeranno all'anno nuovo, occorre pensare al canone Rai 2019: oggi vedremo come disdirlo in anticipo ed esser così esonerati dal pagamento del canone. 
Il pagamento del canone infatti, è obbligatorio per tutti coloro che possiedono  almeno un apparecchio televisivo, va pagato una volta l'anno e tutti i familiari devono avere la residenza nella stessa abitazione. Per "famiglia anagrafica" si intende un gruppo di persone legate da legami quali matrimonio, unione civile, parentela, affinità, adozione e che abitano appunto nello stesso comune. 
L'importo del canone del 2019 sarà di € 90 e come nel 2018, sarà imputato nella bolletta dell'utenza elettrica e sarà quindi o 9 € mensili, oppure 18 € a bimestre.
Vi è poi il caso di coloro che non sono intestatari di energia elettrica e devono pagare il canone Rai; essi devono effettuare il versamento in un'un…

Mutuo cointestato e detrazione

Immagine
Succede spesso che il mutuo sia cointestato, ma in caso di contitolarità come viene rilevato il limite previsto per la detrazione degli interessi per la costruzione dell'abitazione principale?
Prima occorre capire cosa si intende per costruzione e a tal fine possiamo fare rifermento al testo unico sull’edilizia che definisce "costruzione" la finalità di portare un immobile, fabbricato rudere o altra unità allo stato grezzo a soddisfare il fabbisogno abitativo principale. Il limite di detrazione fiscale previsto per gli interessi pagati nell’anno di imposta a fronte della stipula di un mutuo per la costruzione di una casa, è penalizzato rispetto all’acquisto, in quanto è possibile usufruire di una detrazione Irpef pari al 19% calcolata su un importo massimo di 2.852,28 €, in luogo dei 4.000 € previsti nel caso di acquisto.
Nel caso di contitolari del mutuo e/o di coniuge a carico l’altro soggetto non potrà detrarre anche la quota del coniuge, infatti in questo caso il limit…

Ecobonus, sostituire soltanto i radiatori dà diritto alla detrazione?

Immagine
È possibile usufruire dell’ecobonus se si sostituiscono solo i radiatori o è necessario cambiare anche il generatore di calore?
L'Enea ha chiarito ogni dubbio: sono agevolabili con l’ecobonus gli interventi di sostituzione, integrale o parziale, di impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaie a condensazione, impianti a pompa di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia. 
L’Enea ammette anche che manca una specifica definizione del termine “sostituzione parziale” dell’impianto ed ha affermato che l’intervento deve necessariamente comportare la sostituzione del generatore di calore. I lavori inoltre, possono comprendere opere (di sostituzione o modifica) sulla rete di distribuzione, sui corpi di emissione e di controllo dell’intero impianto.

Quindi, per accedere all’agevolazione dell'ecobonus, gli  interventi devono essere realizzati contestualmente alla sostituzione dell’impianto di produzione (in questo caso, della caldaia) e non de…

La cedolare secca nel contratto di subaffitto

Immagine
Quando si opta per la scelta della cedolare secca, si opta per un'imposta sostitutiva di Irpef, addizionali, imposte di registro e di bollo su contratti di locazione. Si può scegliere la cedolare secca anche in casi vengano affittate unità immobiliari abitative a cooperative edilizie per la locazione o enti senza scopo di lucro. Questi immobili però, devono essere sublocati a studenti universitari e dati a disposizione dei Comuni, rinunciando all’aggiornamento del canone di locazione o all'assegnazione.
In riferimento a ciò che abbiamo appena affermato, Confedilizia ha richiesto un chiarimento all’Agenzia delle Entrate riguardo alle seguenti parole: "date a disposizione dei Comuni". Confedilizia si chiede infatti se quella "clausola" sia indispensabile insieme alle altre, per usufruire dell’applicazione della cedolare secca, o se può essere semplicemente un'alternativa al subaffitto destinato agli studenti delle varie università. Può infatti sembrare dif…

Come calcolare la convenienza della cedolare secca

Immagine
Oggi parleremo dei calcoli da effettuare per la convenienza della cedolare secca, rispetto alla tassazione ordinaria IRPEF. 
La cedolare secca si applica sul 100% del canone incassato, e per valutare la reale convenienza, bisogna tener conto di un elenco di variabili:
tipologia contrattuale;aliquota marginale;presenza o meno di altri redditi;diritto a detrazioni d'imposta;aliquote delle addizionali regionali e comunali.Come si può notare, la tipologia di contratto è la prima variabile da valutare, in quanto, con la cedolare secca, l'aliquota si applica sul intero importo di locazione incassato. Mentre nei contratti liberi (i contratti in cui il canone è determinato  contrattualmente tra le parti) ai fini IRPEF il canone da dichiarare sconta la sola deduzione forfettaria del 5%.
Infine, nei contratti a canone concordato, la deduzione è del 5% più il 30% per un totale da dichiarare pari al 66,5%.
Vediamo quindi qui in seguito, attraverso delle tabelle, l'aliquota marginale reale …

Agenti immobiliari e obbligo di assicurazione: sanzioni previste per chi ne è sprovvisto

Immagine
Il mediatore immobiliare e il mediatore a titolo oneroso, dall'inizio del 2018, sono obbligati ad esercitare l'attività di mediazione con la necessaria copertura assicurativa. In caso essi operassero senza assicurazione, la sanzione amministrativa prevista è pari ad un importo compreso tra i 3.000€ e i 5.000€, come specificato nel comma 993 art. 1 Legge di Bilancio 2018. La Legge di Bilancio 2018 all'articolo 1 comma 993, ha previsto, per la prima volta, l'introduzione di una sanzione pecuniaria specifica, per l'ipotesi in cui l'agente di affari in mediazione immobiliare operi professionalmente senza essere provvisto dalla necessaria polizza assicurativa. La polizza, è stata introdotta dall'articolo 18 della legge 5 marzo 2001, n,57 per tutti gli iscritti all'ex ruolo degli agenti in mediazione, di cui alla legge 3 febbraio 1989, n.39, ruolo che il successivo Decreto Ministeriale del 21 dicembre 1990, n.452, divideva in quattro sezioni differenti, quali: …

Proroga Bonus: quali detrazioni fiscali sono previste o confermate dalla legge di bilancio 2019?

Immagine
In base alle ultime notizie, le detrazioni fiscali bonus casa 2019 verranno riconfermate per un altro anno. Con la nuova Manovra 2019 infatti, approvata senza testo ufficiale e definitivo dal Consiglio dei Ministri del 15 ottobre 2018, si conferma la proroga dei bonus casa. 

Si confermano le detrazioni fiscali 2019 ristrutturazioni, efficientamento energetico, sistemazione del verde e acquisto di nuovi arredi ed elettrodomestici per tutto il prossimo anno, senza alcuna modifica per quanto riguarda le percentuali IRPEF da scontare:

bonus ristrutturazioni - detrazione pari al 50% per una spesa massima di 96.000€, da suddividere in 10 quote annuali di pari importo, per chi effettua lavori di restauro, risanamento e ristrutturazione ediliziabonus mobili - spetta solo a chi ha eseguito interventi di ristrutturazione prima dell'acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, la detrazione è pari al 50% per un massimo di 10.000€bonus verde - prevede l'agevolazione del 36% per la riqualif…

Contratto di affitto e cauzione

Immagine
Nella maggior parte dei contratti di locazione viene definito il versamento di una somma di denaro da parte del conduttore, a favore del locatore, in funzione di garanzia dell'esatto adempimento dell'obbligazione da parte del conduttore. 
Nonostante il Codice Civile predisponga più di un messo per garantire il locatore circa l'esatto pagamento del canone, il deposito cauzionale resta lo strumento primario al quale i contraenti tendono a ricorrere. La cauzione è una somma di denaro, diversa e ulteriore rispetto a una mensilità del canone di locazione, la quale viene versata dal locatore al conduttore alla stipula del contratto, a garanzia dell'adempimento di tutte le obbligazioni che sono poste a carico del conduttore, quali: pagamento dei canoni di locazione, uso del bene secondo la diligenza del buon padre di famiglia e la restituzione alla cessione del contratto nel medesimo stato in cui il conduttore l'ha ricevuto. 

È importante sottolineare che il deposito cauzio…