Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2018

Deposito cauzionale: tutto ciò che si deve sapere, dalle abrogazioni all'obbligo di restituzione

Immagine
Oggi approfondiremo il tema del deposito cauzionale, vedendone tutte le tematiche.
1) Abrogazioni
Per quanto riguarda la locazione di immobili urbani, l’art. 11 della legge n. 392 del 1978 dispone che il deposito cauzionale non può essere superiore a tre mensilità del canone, produttive di interessi legali da corrispondere al conduttore alla fine di ogni anno. Questo articolo ha abrogato per incompatibilità l’art. 4 della legge n. 841 del 1973, che regolamenta il deposito cauzionale non superiore a due mensilità del canone e doveva essere depositato su conto bancario vincolato.
Quindi il nuovo articolo 11 si applica, come ius superveniens (ossia: se un rapporto giuridico è sorto con la vecchia disciplina, è regolato dalla normativa anteriore alla nuova legge) ed a decorrere dall’entrata in vigore della citata legge n. 392 del 1978, ai contratti di nuova costituzione, ma anche a quelli in regime transitorio.
2) Ambito di operatività
In tema di locazioni di immobili urbani, l’art. 11 della le…

Contratti transitori, canoni col 20 per cento in più

Immagine
I contratti transitori, ossia i contratti con durata da 1 a 18 mesi, si possono stipulare in tutta Italia e  si possono stipulare anche dove non c’è un apposito Accordo territoriale. Vediamo nel dettaglio di cosa stiamo parlando e analizziamo la situazione dei canoni di riferimento a seconda dei vari casi che si possono presentare.
Il primo caso in cui si può incorrere è quello di un contratto transitorio che debba essere stipulato in un comune per il quale la Confedilizia abbia sottoscritto con i sindacati inquilini il previsto Accordo territoriale per i contratti agevolati.  Il canone quindi sarà  libero, tranne per gli immobili relativi alle aree metropolitane ( quindi Roma, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Napoli, Torino, Bari, Palermo e Catania) come delimitate, oltre che nei comuni con esse confinanti e negli altri comuni che sono capoluogo di provincia. 
Per quest'ultimi e per il relativo canone, bisogna far capo all’Accordo territoriale Confedilizia/Sindacati, cont…

Le sanzioni per la comunicazione tardiva delle locazioni brevi

Immagine
Il 20 agosto 2018 è scaduto il termine in cui gli intermediari agenziari e tutti coloro che gestiscono portali telematici dovevano comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati relativi ai contratti di locazione breve conclusi nel periodo dal 01 giugno 2017 al 31 dicembre 2017.

Ma in caso di omessa, incompleta o infedele comunicazione, è prevista una sanzione amministrativa da un minimo di 250 euro fino ad un massimo di 2.000 euro. 

Occorre però fare un chiarimento: gli intermediari che provvedano ad effettuare la comunicazione dopo il 20 agosto ma entro i quindici giorni successivi alla scadenza originaria, quindi entro il 4 settembre 2018, possono ottenere una sensibile riduzione delle sanzioni, che potranno essere entro l’importo minimo di 125 euro e non oltre l’importo massimo di 1.000 euro.

Leggendo la circolare 24/E/2017, paragrafo 2.2.1, si deduce che se la comunicazione inviata risulta errata a causa delle informazioni fornite dal locatore, le sanzioni non sembrerebbero dovute, m…

Scopriamo le tendenze 2018 per i pavimenti

Immagine
Il pavimento è un elemento fondamentale dell’interior design nelle nostre case. Eccovi quindi qualche consiglio di tendenza per rinnovare il vostro pavimento.


Per chi è un amante del gusto vintage ci sono le vecchie piastrelle che noi tutti conosciamo in quanto ricoprivano i bagni delle nostre nonne e che sono tornate di moda, ma ovviamente in chiave moderna. Infatti, le nuove lavorazioni delle piastrelle imitano le fibre dei tessuti, dalla morbidezza della lana al denim alle decorazioni in pizzo. Segnalamo la tendenza della forma esagonale. Se invece preferite restare sul classico, potete considerare  di rinnovare un ambiente con il marmo, sconsigliato solamente nelle camere da letto in quanto crea un ambiente troppo freddo. Il marmo dona molto come pavimento nelle cucine classiche in legno, in quelle moderne e nel bagno, dove è particolarmente indicato grazie alla sua resistenza all’acqua. Potete scegliere il pavimento in marmo anche per il salotto, dove vi consigliamo:

se la sala è ar…

Annaffiare d'estate: alcuni accorgimenti

Immagine
Anche se l'estate sta volgendo al termine, il caldo e la siccità sono ancora presenti e pongono il verde delle nostre abitazioni in una situazione difficile: da un lato devono risparmiare acqua, dall'altro devono cederne buona parte attraverso le foglie per regolare la propria temperatura con l'evaporazione. Ma come annaffiare in modo corretto piante e fiori durante l'estate?

Il momento migliore per annaffiare è sicuramente il tardo pomeriggio, in quanto permette alle piante di beneficiare a lungo dell'acqua, durante la sera e per tutte le ore notturne. L'annaffiatura a mezzogiorno è sconsigliatissima: con la luce del sole l'acqua da effetto lente e danneggia le piante. Nel caso di pioggia, non rinunciare a bagnare ulteriormente i tuoi fuori e le tue piante, infatti molto spesso la quantità d'acqua non è sufficiente, o il fogliame folto impedisce all'acqua di raggiungere il terreno. Meglio controllare se sia necessario annaffiare nuovamente. 

Quando v…

Scopriamo la bioedilizia e lo ZNEB: come verranno costruite le case a basso impatto ambientale

Immagine
Buone notizie: il mercato immobiliare italiano si profila sempre più in direzione del risparmio energetico! Vengono scelgono infatti materiali per la costruzione di edifici, o per la ristrutturazione di immobili già esistenti, che siano più attenti all’impianto ambientale e ad alta sostenibilità. La bioedilizia, infatti, è un fenomeno in crescita tra i costruttori, in quanto contribuisce alla creazione di un elevato comfort abitativo grazie anche ai diversi strumenti innovativi di tecnologia per la casa. Ma cosa si intende per Bioedilizia? Con il termine bioedilizia, o bioarchitettura, si indica la modalità di progettare, costruire e gestire un edificio in modo da essere in linea con i principi della sostenibilità ambientale, riducendo gli impatti negativi sull’ambiente. Gli edifici progettati secondo i principi della bioedilizia sono completi di fonti di energiarinnovabile per il riscaldamento e per il raffrescamento, come ad esempio l’energia solare per l’acqua calda, il fotovoltaico, …

Quali sono le tasse da pagare in caso di eredità di immobili?

Immagine
Quando si ereditano immobili in caso di successione, agli eredi spetta il pagamento di una o più tasse di successione. Inoltre, se l'oggetto dell'eredità sono immobili, oltre alle imposte che si applicano ai beni di qualsiasi natura, ne sono previste altre. Vediamo le franchigie per le tasse di successione Bisogna sapere che l'imposta di successione si applica al valore della quota o dei beni che eccedono la franchigia che spetta a seconda del rapporto di parentela che intercorre da beneficiario e defunto: se l'erede e/o legatario è il coniuge o un parente in linea retta del defunto, l’imposta di successione si applica solo sulla parte della base imponibile che supera la franchigia riconosciuta di € 1.000.000,00;se erede e/o legatario è il fratello o la sorella del defunto, l’imposta di successione si applica solo sulla parte della base imponibile che supera la franchigia riconosciuta di  € 100.000,00;se erede e/o legatario è un soggetto portatore di handicap e riconosciu…

Il compromesso: quali sono i tempi e i costi?

Immagine
Il compromesso, anche detto preliminare di vendita, è un vero è proprio contratto che, in fase di compravendita immobiliare, obbliga entrambe le parti del contratto definitivo: venditore e acquirente. 
Questo contratto deve indicare le caratteristiche fondamentali della vendita, ossia il prezzo, la tipologia di immobile da acquistare, il suo indirizzo, la precisa descrizione dei dati catastali e la data in cui è prevista la stipula del contratto definitivo. Il preliminare deve essere in forma scritta e registrato presso qualunque ufficio dell'Agenzia delle Entrate entro venti giorni dalla sua sottoscrizione. Nel caso in cui il contratto venga redatto con l'intervento di un notaio nella forma di scrittura privata autenticata o dell'atto pubblico, allora la scadenza per la registrazione è entro trenta giorni dalla sottoscrizione del contratto. 
Per la registrazione del contratto di compravendita occorre versare l'imposta di registro pari a 200,000 euro. Nel caso in cui il …

Affitto con riscatto: scopriamo cosa significa l'affitto "Rent to buy"

Immagine
L'affitto con riscatto, o rent to buy, è una nuova forma contrattuale per chi vuole acquistare casa pagando un canone di affitto iniziale per poi riscattare alla fine l'immobile. L'affitto a riscatto è già previsto nel nostro ordinamento, ma è stato maggiormente regolamentato dal Decreto Sblocca Italia, articolo 13, Dl 133/2014 che ne ha previsto le modalità di applicazione, la tipologia di immobile e maggiori tutele per i contribuenti e gli intermediari immobiliari.

Infatti, durante il convegno sulla disciplina del rent to buy immobiliare, il Consiglio del Notariato ha finalmente redatto uno schema contrattuale da seguire, al fine di verificarne i vantaggi e gli svantaggi. 

Vediamo nel dettaglio il contratto rent to buy.

Questa tipologia di contratto prevede l'acquisto della casa pagando un canone mensile e poi un riscatto finale. La norma è stata introdotta dal governo per aiutare le famiglie e il mercato finanziario a seguito della crisi economica, al fine di predispor…

Bonus prima casa per giovani coppie: tante agevolazioni per l'acquisto della prima abitazione

Immagine
Come era già successo per l’anno 2017, anche nel 2018 ci sono agevolazioni fiscali per le giovani coppie che acquisteranno la loro prima casa e  potranno così risparmiare suicosti d'imposta e di registro. Ma quali sono le agevolazioni per la prima casa e quali immobili riguardano?Il bonus prima casa giovani è un vero aiuto per chi ha intenzione di acquistare la sua prima casa, e riguarda “sconti” fiscali legati all’imposta di registro, all’IVA, al credito d'imposta e agli acquisti per successione o donazione. Vediamo questi "sconti" nel dettaglio:

 Imposta di registro al 2% per gli acquisti da privati. Si può far valere l’imposta di registro sulla base del valore catastale e non su quello di mercato. L’imposta ipotecaria e catastale sono 50 euro ciascunaIva al 4% si tratta di una riduzione dal 21% al 4%, esclusivamente per gli acquisti effettuati dall’impresa costruttrice. Per chi compra la prima casa da un’impresa bisognerà pagare 200 euro per imposta ipotecaria e cat…

Agevolazioni mutuo 2018 per acquistare la prima casa: come funziona e i requisiti per richiederlo

Immagine
Oggi analizziamo un argomento che riguarda le giovani coppie: le agevolazioni per l'acquisto della loro prima casa. Con il "Fondo di garanzia mutuo prima casa", che ha sostituito il vecchio "Fondo Casa" , le giovani coppie e le famiglie con un solo genitore sono aiutate dallo Stato per acquistare la prima casa.

Si tratta infatti di un fondo di solidarietà e garanzia, istituito dallo Stato per agevolare l'acquisto di un immobile con incentivi fiscali mirati. Il passaggio tra il vecchio e il nuovo fondo di garanzia, è avvenuto con l'entrata in vigore del Decreto 31 luglio 2014 e con la sottoscrizione dell'intesa tra il Ministero dell'economia e finanze, Tesoro e ABI.

Vediamo nel dettaglio il Fondo di garanzia mutuo prima casa

Il Fondo di garanzia che è attivo quindi dal 30 settembre 2014, dispone di circa 650 milioni di euro con i quali è possibile offrire garanzie su finanziamenti ipotecari per un ammontare complessivo stimato in 20 miliardi di euro…