Riqualifica del sottotetto, quando è possibile sfruttare l'Ecobonus

Se vuoi dare più valore alla tua abitazione e guadagnare un nuovo spazio abitabile, la soluzione ideale è ristrutturare il sottotetto. Esso infatti ha un grande potenziale, grazie al maggior apporto di luce naturale. Quando devi trasformare la soffitta in mansarda puoi sempre accedere al bonus ristrutturazione. Quando devi trasformare la soffitta in mansarda puoi sempre accedere al bonus ristrutturazione: puoi quindi recuperare parte dell'investimento grazie agli incentivi fiscali. 

L'Enea ricorda che la discriminante per usufruire delle detrazioni è l'abitabilità del sottotetto e la presenza del riscaldamento. 
Se si prevede il recupero di un sottotetto non abitabile e non riscaldato, i lavori che comprendono l'isolamento delle falde di copertura del tetto per rendere confortevole l'alloggio non possono avvalersi dell'ecobonus 65%. Nei casi in cui il sottotetto non è abitabile, non è praticabile o ha dimensioni talmente piccole da poter essere considerato un'intercapedine facente parte con la copertura e il solaio orizzontale che delimita la sottostante zona riscaldata, è necessario che il tecnico asseveri questa circostanza, in modo che si possa considerare il rispetto della trasmittanza complessiva copertura-sottotetto-solaio per consentire la detrazione. 
Nel caso in cui il sottotetto è abitabile, ma non è abitabile e non è riscaldato, è detraibile la coibentazione tra solaio e ambienti sottostanti riscaldati, ma non tra falde della copertura e sottotetto riscaldato. La normativa si limita ad agevolare la protezione di ambienti riscaldati verso l'esterno o verso vani non riscaldati.

Nel dettaglio, sono ammessi all'agevolazione i seguenti lavori:

  • la riparazione, modificando la posizione preesistente
  • la sostituzione di sanitari presenti nel sottotetto
  • le innovazioni con caratteristiche diverse da quelle preesistenti
  • le modifiche esterne o interne, con varie opere edilizie senza modificarne la destinazione d'uso
  • la formazione di un'unità immobiliare abitabile nel sottotetto tramite l'esecuzione di opere edilizie varie, se già comprese nel volume. 
Per rendere abitabile un sottotetto esistente è necessario un atto notarile, dove lo stesso sottotetto viene dichiarato pertinenza dell'unità immobiliare principale, purchè l'intervento non comporti l'aumento della volumetria che è stata dichiarata in origine. Anche il costo sostenuto per la redazione di questo atto notarile viene ammesso nella detrazione del 50%, perchè determina l'importo del contributo detraibile. 






Commenti

  1. Buongiorno, se il sottotetto diventa coibentato e riscaldato solo dopo l'intervento poiché ampliamento dell'appartamento sottostante posso usufruire dell'ecobonus relativamente ai lavori di rifacimento della copertura?

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Contratto con più inquilini: cosa succede se recede un solo conduttore

Come procedere nel cambio d'uso da fabbricato rurale ad abitazione